BENVENUTO ALLA HOME PAGE - ARTICOLI SPECIALI IN PRIMO PIANO:

TRANSLATE THIS BLOG

sabato 17 agosto 2019

La scuola è caduta in mano all'anticristo (di Stefano Lorenzetto)


Quaranta gradini di ardesia, la roccia nera di cui sono fatte le lavagne, conducono nell’abitazione del maestro elementare Enrico Demme. Salita Oregina a Genova, un’erta acciottolata dove le auto non passano. L’alloggio, dignitosissimo nella sua modestia, ha più dell’aula che della casa: Miriam, 10 anni, Maria Pia, 8, Benedetta, 5, Samuele, 4 mesi, lo riempiono del loro vociare. «Siamo ufficialmente famiglia numerosa, ce l’hanno scritto anche sulle carte», informa allegro il capotribù, sposato dal 1996 con Cristina, mite impiegata di banca armata solo di sorriso e pazienza.

Le polizie: in Europa sta crollando la coesione sociale (di Maurizio Blondet)

Non si moltiplicano solo le aggressioni contro la polizia, ma anche quelli contro insegnanti, vigili del fuoco, volontari soccorritori….Una parte significativa della popolazione disprezza lo Stato. Viene meno la coesione sociale”. 

 Così il Reiner Wendt(foto a lato), il presidente del sindacato federale tedesco di polizia, in una inquietante intervista esclusiva al Deutsche W.N.

Nell’ultimo anno, sono state 38 mila le aggressioni contro la polizia…esordisce l’intervistatore. E Wendt:

“La portata del fenomeno è molto più grande dell’aggressività contro i poliziotti. Vi è una incredibile intensità di violenza anche contro i soccorritori, i pompieri che accorrono; e contro gli insegnanti ed altri gruppi che sono importanti colonne della coesione sociale.

venerdì 16 agosto 2019

giovedì 15 agosto 2019

Lo sciacallaggio sui migranti (di Eros Ghiggia) VIDEO


Soros, Carola, europeisti, Merkel e i benpensanti di sinistra... la carità degli sciacalli

O accettare lo scandalo della sofferenza o impazzire (di Francesco Lamendola)


Il grande problema, inutile girarci attorno, il più grande problema per credenti e non credenti, ma soprattutto per i credenti, è quello della sofferenza, e in modo particolare di quella sofferenza che a noi, giudicando le cose dall’esterno, appare inutile, priva di senso e di scopo. Di conseguenza, o gli uomini giungono ad accettare lo scandalo della sofferenza – perché si tratta, senza alcun dubbio, di uno scandalo, cioè di una sfida drammatica a tutto il nostro essere, che esige una risposta, ma esso non è in grado di darla – o finiscono per impazzire. Siamo convinti che la società occidentale, con l’avvento del cristianesimo, fosse giunta non a capire, ma ad accettare lo scandalo della sofferenza; e siamo altrettanto convinti che il problema numero uno della civiltà moderna è quello di aver rifiutato lo scandalo della sofferenza, e con ciò d’essersi messa, necessariamente e ineluttabilmente, sulla strada che conduce alla follia.

lunedì 12 agosto 2019

E’ MORTA PAOLA BONZI, UNA GRANDE DONNA CHE HA SALVATO 22 MILA BAMBINI E MAMME...


…E INTANTO I MEDIA “UMANITARI” E BERGOGLIO, ESALTANO BONINO E CAROLA RACKETE…

I media che hanno celebrato, con centinaia di articoli, Carola Rackete come grande filantropa e benemerita dell’umanità, arrivando addirittura a proporla per il premio Nobel, neanche si sono accorti dell’improvvisa scomparsa, in queste ore, di Paola Bonzi. Perlopiù non sanno nemmeno chi era.

E’ ovvio, perché questa donna umile e cordiale, che aveva perso la vista all’età di venti anni, in 35 anni ha salvato migliaia di vite umane, quelle dei bambini non ancora nati (e le loro mamme), e non faceva le battaglia politiche che piacciono ai padroni del vapore.

domenica 11 agosto 2019

BERGOGLIO DA MANUALE – “Soros for Dummies”, o “Anticristo reso facile” (di Maurizio Blondet)

Stupefazione. E’ quella che prevale quando El Papa, subito, in vista delle elezioni, si mette alla testa della propaganda partitica anti-Salvini (che non merita nemmeno tanto onore) con luoghi comuni così vieti e appassiti…. “Il sovranismo è un atteggiamento di isolamento. Sono preoccupato perché si sentono discorsi che assomigliano a quelli di Hitler nel 1934. ‘Prima noi. Noi… noi…’: sono pensieri che fanno paura . “Il sovranismo è un`esagerazione che finisce male sempre: porta alle guerre”.

Bergoglio. L’intervista senza Dio (di Roberto Pecchioli)


Jorge Mario Bergoglio, vulgo Francesco, classe 1936, nato a Buenos Aires, professione papa, è stato ufficialmente cooptato nello stato maggiore dell’internazionale globalista. Ne è prova l’intervista al quotidiano La Stampa, “sdraiata” quanto basta per far comprendere la vicinanza con i piani alti del mondialismo. Il titolo scelto, senz’altro approvato dalla sala stampa vaticana, è tutto un programma: il sovranismo mi spaventa, porta alle guerre. Il papa venuto dalla fine del mondo si schiera decisamente per la sostituzione etnica in Europa e per l’ecologismo cool di Greta Thunberg, gradito ai potenti. Torneremo, ovviamente, sul contenuto delle parole di Bergoglio, ancora una volta affidate a un organo assai critico con la Chiesa, ma quel che ci preme è sottolineare il non detto.

sabato 10 agosto 2019

Jeffrey Epstein si è suicidato


Jeffrey Epstein si è suicidato, impiccandosi, dopo aver passato un mese in carcere in seguito alle accuse di abusi sessuali e traffico di minori.

Solamente un mese fa, il miliardario aveva cercato di togliersi la vita, ma senza alcun successo. Ora però è tutto finito. Per sempre. Quello che resta, però, è il dolore delle vittime, che sarebbero state violentate dall'uomo tra il 2000 e il 2005. Tra queste, anche Virginia Roberts Giuffre che aveva avuto il coraggio di raccontare la sua tragedia.

mercoledì 7 agosto 2019

La festa del Padre, Dio chiede ai Suoi figli di amarlo


Oggi, 7 agosto, è il giorno prescelto da Dio Padre per avere una festa liturgica a Lui dedicata, come l’Onnipotente rivelò nel 1932 a una giovane religiosa italiana di provate virtù, suor Eugenia Ravasio. Un culto speciale, dunque, con il fine di essere conosciuto, amato e onorato, di essere chiamato con il «dolce nome di Padre» e di condurre i Suoi figli a salvezza. Grandi le grazie promesse dal Padre celeste a chi diffonderà questa Sua Volontà.

Lo spirito dell'anticristo è già in mezzo a noi, ma molti sono indifferenti


L'Anticristo gode di una spettacolare mitologia. Lo immaginiamo con le zanne che grondano sangue, una via di mezzo tra Hitler e Gengis Khan; anzi una somma dei due, e con una pennellata di Pol Pot a completare, un'ascia bipenne in una mano e il pulsante della bomba atomica nell'altra. In realtà, in tutto il Nuovo Testamento l'unico punto in cui troviamo la parola Anticristo, declinata sia al singolare sia al plurale, è nelle prime due lettere di Giovanni: «Figlioli, questa è l'ultima ora. Come avete udito che deve venire l'anticristo, di fatto ora molti anticristi sono apparsi... Chi è il menzognero se non colui che nega che Gesù è il Cristo? L' anticristo è colui che nega il Padre e il Figlio. Chiunque nega il Figlio, non possiede nemmeno il Padre; chi professa la sua fede nel Figlio possiede anche il Padre. ...ogni spirito che riconosce che Gesù Cristo è venuto nella carne, è da Dio; ogni spirito che non riconosce Gesù, non è da Dio. Questo è lo spirito dell'anticristo che, come avete udito, viene, anzi è già nel mondo» (1Gv 2,18.22s. 4,2-3). «Poiché molti sono i seduttori che sono apparsi nel mondo, i quali non riconoscono Gesù venuto nella carne. Ecco il seduttore e l'anticristo!» (2Gv 1,7).

IL SERMONE SUL MONTE DI GESU' (IL RE DEI RE 1961) ...MOMENTI EPICI! (MATTEO CAP. 5-7)

ARTICOLI PIU' VECCHI IN ORDINE CASUALE

COMMENTI RECENTI

Profezie della Madonna a Baron Renato sull'invasione dei rifugiati ai giorni nostri

ADESSO VUOL MODIFICARE PURE IL PADRE NOSTRO, COI COMPLIMENTI DI "SAN" LUTERO...