TRANSLATE THIS BLOG

domenica 1 gennaio 2017

I 7 libri che i protestanti rinnegano e che Lutero ha tolto dalla bibbia cattolica

La Vulgata è una traduzione della Bibbia in latino dall’antica versione greca ed ebraica, realizzata all’inizio del V secolo da Sofronio Eusebio Girolamo noto come san Girolamo che seguì le indicazioni di papa Damaso I, il quale nel 382 fissò l’attuale canone cattolico di 73 libri. La prima Bibbia originale quindi era composta da 73 libri. Agli inizi del 1500 Martin Lutero, il monaco cattolico divenuto poi oppositore della Chiesa con le sue 95 tesi ed altri teologi protestanti, contestarono alcuni libri del Nuovo Testamento. Ciò avvenne perché Lutero sosteneva che la salvezza si ha dalla sola fede, e non dalle opere. Ma la sua tesi viene confutata da una frase scritta nella lettera di Giacomo: «La fede senza le opere è morta» (Giac 2,17).

Lutero, ricordandosi che, secondo Eusebio di Cesarea, la lettera di Giacomo da alcuni era stata rifiutata assieme ad altri libri, tolse dal canone i 7 libri contestati. È da notare che oggi quasi tutti i gruppi protestanti riconoscono che in questo Lutero ha sbagliato, tranne che alcuni gruppi e sette cristiane che circolano nel web, capeggiati da auto-proclamati pastori che insegnano erroneamente dottrine luterane e calviniste, eresie ufficialmente rigettate dalla Chiesa e sentimenti di odio contro tutta la sfera cattolica. Le attuali edizioni della Bibbia, dette  interconfessionali, fatte insieme da cattolici e protestanti, accettano tutti i 27 libri del Nuovo Testamento. La posizione di Lutero costrinse il concilio di Trento nel 1546, a fissare definitivamente, per le Chiese latine, l’elenco ufficiale dei libri ritenuti sacri, dell’Antico e del Nuovo Testamento. La verità è che i Libri Deuterocanonici vengono citati circa 65 volte nel Nuovo Testamento, mentre pentecostali e protestanti in genere asseriscono che non vengono citati mai.

I 7 libri rimossi da Lutero nella bibbia cattolica sono:

1) Giuditta; 
2) Tobia; 
3) Primo libro dei Maccabei; 
4) Secondo libro dei Maccabei
5) Sapienza di Salomone; 
6) Siracide; 
7) Baruc;

Riporto testualmente alcuni esempi di citazioni parallele coi testi maltolti:

In 1 Cor. 10,20, il sacrificio dei pagani che offrono ai demoni e non a Dio è un riferimento a Baruch 4,7.

Nella lettera ai Romani 9,21 - la metafora del vasaio che con l’argilla forma due tipi di vasi è ripresa da Sapienza 15,7.

In 1 Cor. 10,1 - la descrizione di Paolo dei nostri padri sotto la nuvola che passa attraverso il mare si riferisce Sapienza 19,7.

Nel vangelo di Luca 13:29, la descrizione di Gesù su degli uomini che verranno da Oriente a Occidente per gioire nel Signore è una citazione di Baruc 4,37.

In Ebrei 12:12, l’espressione “mani cadenti” e “ginocchia infiacchite” deriva da Siracide 25,23.

In Giacomo 2,23: “e gli fu accreditato a giustizia” cita 1 Maccabei 2:52 ”gli fu accreditato a giustizia”.

In Marco 4,5,16-17, la descrizione di Gesù dei semi che cadono su un terreno roccioso e non avranno radice è una citazione di Siracide 40,15.

In Luca 1,42, la dichiarazione di Elisabetta della benedizione di Maria tra le donne è una citazione della dichiarazione di Uzziah (Ozia) in Giuditta 13,18.

In Luca 1,52, il Magnificat di Maria dove dice che il Signore "ha rovesciato i potenti dai troni e ha innalzato gli umili” è una citazione di Siracide 10,14.

Nel vangelo di Luca 2,29, la dichiarazione di Simeone che sarebbe stato pronto a morire dopo aver visto il bambino Gesù è una citazione di Tobia 11,9.

E’ GRADITO A DIO IL SUFFRAGIO PER I DEFUNTI:

La testimonianza che Dio gradisce la preghiera e ogni sacrificio che gli viene offerto a vantaggio dei defunti, la troviamo nella Bibbia cattolica e cioè nel Secondo Libro dei Maccabei:

“Giuda, l'eroe che coordinava la difesa degli ebrei contro i nemici pagani che occupavano la loro terra, avendo scoperto che i soldati caduti in battaglia il giorno prima avevano peccato di idolatria, "fatta una colletta, per circa duemila dramme d'argento, le inviò a Geru­salemme perché fosse offerto un sacrificio espiatorio, compiendo così un'azione molto nobile e buona, suggerita dal pensiero della risurrezione... la sua considerazione era santa e devota. Perciò egli fece offrire il sacrificio espiatorio per i morti, perché fosse­ro assolti dal peccato" (2Mac 12, 43-45). E prima del sacrificio "ricorsero alla preghiera, supplicando che il peccato commes­so fosse pienamente perdonato" (2Mac 12,42).

Quindi sulla preghiera e sul sacrificio che Giuda e il suo popolo hanno offerto per ottenere il perdono ai loro caduti, Dio esprime la sua piena approvazione, la giudica infatti "un'azione molto nobile e buona... una considerazione santa e devota".

La validità dei 7 libri sacri cancellati è comprovata dal fatto che erano contenuti nella traduzione in lingua greca dell'Antico Testamento denominata dei "settanta" che fu tradotta per la prima volta in greco, durante il terzo e secondo secolo avanti Cristo. E' detta Alessandrina dal luogo dove si suppone sia stata fatta la traduzione, ossia Alessandria d'Egitto. 

Gli Ebrei, che avevano universalmente accettato per secoli la versione greca dei Settanta, si alienarono da essa dopo che la Chiesa Cristiana nella sua controversia apologetica con gli scrittori ebrei indicò i passi Messianici, che erano più chiaramente e fortemente presentati nella versione greca dei Settanta, che nella versione ebraica. Il testo greco dei Settanta era il solo testo biblico del Vecchio Testamento che fu universalmente letto nella Chiesa primitiva sia in Oriente che in Occidente. I libri addizionali furono accettati fin dal primissimo inizio nella Chiesa Cristiana primitiva. L’Epistola di Papa S. Clemente, scritta prima della fine del primo secolo (88-97), fa uso dell’Ecclesiastico e del Libro della Sapienza, fornisce un’analisi del Libro di Giuditta, e cita dai capitoli addizionali del Libro di Ester. Lo stesso è vero di altri dei primi scrittori cristiani.

E' universalmente riconosciuto che gli evangelisti riportano nel Nuovo Testamento ben 300 citazioni riprese dalla traduzione dei "settanta". E' provato quindi che la suddetta bibbia venne usata ed approvata da Gesù e gli evangelisti.

In Timoteo 4,8 la descrizione di Paolo di una corona di giustizia è simile a quella di Sapienza 5,16

Nella lettera agli Ebrei 4,12 - la descrizione di Paolo della parola di Dio come una spada affilata è simile a quella di Sapienza 18,15

Ebrei 11,5, sul rapimento di Enoch a Dio è presente anche in Sapienza 4,10 e Siracide 44,16 (Vedi anche 2Re 2,1-13 e Siracide 48,9 riguardanti Elia). S. Paolo quando parla del rapimento di Enoch sembra proprio citare il Siracide 44,16, versetto molto più chiaro ed esplicito rispetto a Genesi 5,24. 

In Ebrei 12,12 - l'espressione "mani cadenti e ginocchia infiacchite" deriva da Siracide 25,23 

Giacomo 1,19 - "tieniti pronto ad ascoltare, lento a parlare", è una citazione di Siracide 5,11.


Giacomo 2,23
- "gli fu accreditato a giustizia" cita 1 Maccabei 2,52 "gli fu accreditato a giustizia".

Giacomo 5,6 - la condanna è uccisione del giusto, Figlio di Dio, su profetizzata in Sapienza 2,10-20

Matteo 2,16 - il decreto di Erode di uccidere i bambini innocenti fu profetizzato in Sapienza 11,7 "in punizione di un decreto infanticida". Matteo 6,19-20;

Giacomo 5,3 - la dichiarazione di Gesù e Giacomo in merito dei tesori divini più preziosi di quelli terreni cita Siracide 29,10-11 

Matteo 7,12 - la regola d'oro di Gesù "fa agli altri ciò che vuoi sia fatto a te" è la citazione inversa di Tobia 4,15 "Non fare a nessuno ciò che non vuoi sia fatto a te"

Matteo 7,16,20 - l'affermazione di Gesù "dai loro frutti li riconoscerete", cita Siracide 27,6 "Il frutto dimostra com'è coltivato l'albero". 

Matteo 9,36 - le persone erano "come pecore senza pastore", è la stessa di Giuditta 11,19 "come pecore senza pastore". 

Matteo 12,42 - Gesù si riferisce alla "Sapienza di Salomone" cioè il libro della Sapienza, che e' stata scritta e fa parte dei libri Deuterocanonici. 

Matteo 16,18 - Gesù parla delle "Porte degli Inferi", espressione presente in Sapienza 16,

E QUESTI SONO I PASSI PRINCIPALI CHE PARLANO DEL PURGATORIO ESCLUDENDO I SUDDETTI LIBRI:

Luca 12,47-48 "Il servo che, conoscendo la volontà del padrone, non avrà disposto o agito secondo la sua volontà, riceverà molte percosse; quello invece che, non conoscendola, avrà fatto cose meritevoli di percosse, ne riceverà poche".

Matteo 5,25-26 "Mettiti presto d’accordo con il tuo avversario mentre sei per via con lui, perché l’avversario non ti consegni al giudice e il giudice alla guardia e tu venga gettato in prigione. In verità ti dico: non uscirai di là finché tu non abbia pagato fino all’ultimo spicciolo!".

1 Pietro 3,18-19 "Anche Cristo è morto una volta per sempre per i peccati, giusto per gli ingiusti, per ricondurvi a Dio; messo a morte nella carne, ma reso vivo nello spirito. E in spirito andò ad annunziare la salvezza anche agli spiriti che attendevano in prigione".

Matteo 12,31-32 "Qualunque peccato e bestemmia sarà perdonata agli uomini, ma la bestemmia contro lo Spirito non sarà perdonata. A chiunque parlerà male del Figlio dell’uomo sarà perdonato; ma la bestemmia contro lo Spirito, non gli sarà perdonata né in questo secolo, né in quello futuro".

Matteo 12,36 "Nel giorno del giudizio gli uomini daranno conto anche di una parola oziosa".

1 Corinzi 3, 17 "Se l'opera che uno costruì sul fondamento resisterà, costui ne riceverà una ricompensa, ma se l'opera finirà bruciata, sarà punito, tuttavia egli si salverà, però come attraverso il fuoco".


Inoltre la parola di Gesù è in contrasto con la declamazione che questi gruppi fanno dicendo che solo per grazia si è salvati, senza le opere, quando Gesù nel Suo Vangelo ha detto che i Suoi salvati saranno quelli che lo hanno servito negli ultimi, dandogli da mangiare e ogni altra opera buona. Gesù vuole le opere, non salva le persone che hanno vissuto solo di lettura distorta delle Sue Parole o per aver solamente creduto nel suo nome.

E scritto in Apocalisse 22:18-19: “Io lo dichiaro a chiunque ode le parole della profezia di questo libro: se qualcuno vi aggiunge qualcosa, Dio aggiungerà ai suoi mali i flagelli descritti in questo libro; se qualcuno toglie qualcosa dalle parole del libro di questa profezia, Dio gli toglierà la sua parte dell’albero della vita e della santa città che sono descritti in questo libro”

Gesù, riferendosi chiaramente al contesto del libro di Apocalisse sulle promesse di punizioni a chi ne avrebbe manomesso o tolto qualche parola, se quindi punisce chi ne avrebbe tolto qualcosa dal suddetto libro, figuriamoci se non punirà chi ne ha tolto o continua a rinnegare i 7 libri tolti da tutta la bibbia? 

Il detto ammonimento (non aggiungere o togliere) non lo troviamo solo alla fine del libro di Apocalisse, ma anche in un altro contesto che sta nel libro di Deuteronomio nei precetti della legge mosaica.

In Deuteronomio 4:2 troviamo: "Non aggiungerete nulla a ciò che io vi comando e non ne toglierete nulla, ma osserverete i comandamenti del SIGNORE vostro Dio, che io vi prescrivo."

E in Deuteronomio 12:32: "Avrete cura di mettere in pratica tutte le cose che vi comando; non vi aggiungerai nulla e nulla né toglierai."

Quest'ultimo ammonimento, sia chiaro, è nel contesto della legge mosaica non più in uso nel nuovo patto col cristianesimo cattolico, ma a parte questo contesto, che dire allora delle ulteriori manomissioni in alcuni passaggi dei testi sacri cattolici ad opera di Lutero e perpetrato erroneamente dai suoi posteri, per alterarne il significato e allinearlo con le dottrine protestanti?

LA CHIESA DI CRISTO E' UNA SOLA ED E' QUELLA FONDATA DA CRISTO STESSO E DALLA LINEA DEI SUOI PRIMI APOSTOLI A PARTIRE DA PIETRO
"Allora, dunque, se qualcuno vi dirà: "Ecco, il Cristo è qui, ecco è là", non ci credete; perché sorgeranno falsi cristi e falsi profeti e faranno segni e portenti per ingannare, se fosse possibile, anche gli eletti. Voi però state attenti! Io vi ho predetto tutto." (Marco 13:21-23)

Vi diranno che il tempo è giunto o che il rapimento della "chiesa"(esclusiva solo della loro congregazione/setta o denominazione evangelico-protestante) avverrà prima della grande tribolazione, ma c'è anche chi vi farà profezie che non si avvereranno manipolando la vostra mente con la paura dicendovi che dovremo passare per la grande tribolazione(è vero, vedi sotto articolo 675 del CCC Catechismo Chiesa Cattolica), suggerendovi però di nascondervi e partire per altri luoghi o nei loro rifugi in altre nazioni come sostiene una setta del Cile, ma è tutto un tranello e un'eresia.

Sempre in Marco 13 troviamo:

"Quando vedrete l'abominio della desolazione stare là dove non conviene, chi legge capisca, allora quelli che si trovano nella Giudea fuggano ai monti; 15 chi si trova sulla terrazza non scenda per entrare a prender qualcosa nella sua casa;16 chi è nel campo non torni indietro a prendersi il mantello.Guai alle donne incinte e a quelle che allatteranno in quei giorni! Pregate che ciò non accada d'inverno; perché quei giorni saranno una tribolazione, quale non è mai stata dall'inizio della creazione, fatta da Dio, fino al presente, né mai vi sarà. Se il Signore non abbreviasse quei giorni, nessun uomo si salverebbe. Ma a motivo degli eletti che si è scelto ha abbreviato quei giorni."(Marco 13:14-23)

Troviamo conferma di questa tribolazione nel catechismo della chiesa cattolica che ha ripreso questo dogma dal vangelo ed è in linea con esso:

"Articolo 675: L'ultima prova della Chiesa"
"Prima della venuta di Cristo, la Chiesa deve passare attraverso una prova finale che scuoterà la fede di molti credenti [Cf Lc 18,8; Mt 24,12 ]. La persecuzione che accompagna il suo pellegrinaggio sulla terra [Cf Lc 21,12; Gv 15,19-20 ] svelerà il "Mistero di iniquità" sotto la forma di una impostura religiosa che offre agli uomini una soluzione apparente ai loro problemi, al prezzo dell'apostasia dalla verità. La massima impostura religiosa è quella dell'Anti-Cristo, cioè di uno pseudo-messianismo in cui l'uomo glorifica se stesso al posto di Dio e del suo Messia venuto nella carne [Cf 2Ts 2,4-12; 675 1Ts 5,2-3; 2Gv 1,7; 1Gv 2,18; 1Gv 2,22 ]."
Nel vangelo di Marco, il discorso escatologico si conclude dicendo: 
"In quei giorni, dopo quella tribolazione, il sole si oscurerà e la luna non darà più il suo splendore  e gli astri si metteranno a cadere dal cielo e le potenze che sono nei cieli saranno sconvolte." 
"Allora vedranno il Figlio dell'uomo venire sulle nubi con grande potenza e gloria. Ed egli manderà gli angeli e riunirà i suoi eletti dai quattro venti, dall'estremità della terra fino all'estremità del cielo." (Marco 13:24-27)
Rimanete saldi alla dottrina cattolica, al rito della confessione e partecipate alla Santa Eucaristia, non seguite questi falsi predicatori che pullulano nel web.

Per il resto, a voi le conclusioni.

Di IoDifendoilCattolicesimo.blogspot.it


13 commenti:

  1. non è vero che noi Protestanti "rinneghiamo" i 7 libri perchè se vai a guardare alla Versione in lingua corrente del 1985 della LDC-ABU sono contenuti TUTTI i libri, apocrifi e non e tale versione è usata ancora oggi nel 2018 in molte delle Chiese Evangeliche.
    Secondo, nn penso che sia stato Lutero a togliere quei 7 libri ma King James nella sua versione. Lutero tradusse in tedesco libro come Sapienza e se li ha tradotti, per quale ragione avrebbe dovuto escluderli?

    Io frequento le Chiese Valdesi e Metodiste da 48 anni e mi offende vedere che dei Credenti in Cristo che VERAMENTE camminano con i piedi per terra e cercano di vivere l'Amore di Cristo ogni giorno nelle loro opere e nella fede siano ancora vessati con un bollino rosso... mah... cosa ne sapete voi?
    e poi, mi sa che la chiesa ortodossa è nata prima della chiesa cattolica visto che la chiesa d'oriente è nata ad antiochia e Pietro ne era uno dei leaders... hissà, forse Pietro fu l'iniziatore della chiesa ortodossa... che colpo sarebbe per voi cattolici, eh?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Offenditi quanto ti pare, io non metto in dubbio la tua fede in Cristo ma le dottrine che professate. Illudetevi quanto volete a me che mi frega del vostro pensiero o opinione, o dei vostri punti di vista, Cristo ha istituito una sola Chiesa, la più odiata, criticata e attaccata dal diavolo, la Chiesa Cattolica. Per me non sarebbe nessun colpo sulla menata che hai scritto su Pietro, perché tanto di stronzate dalla controparte e dalla concorrenza protestante, compresa quella valdese ne ho sentite agli osa. Aggiungi fesserie su fesserie, non sei né il primo ne l'ultimo, solo un dejavù di corbellerie evacuata dai soliti testardi che non vogliono accettare una realtà storica.

      Elimina
    2. Continuate ad odiare la Chiesa Cattolica, ad inventarvi ogni sorta di maldicenza contro di essa nella vana speranza di distruggerla e poi sperate di salvarvi solo perche' credete in Cristo anche Satana crede in Cristo pero'...

      Elimina
  2. Oh cavoli che risposta da vero cristiano!!! Se Cristo fosse solo teoria e studio saremmo messi male, per fortuna ci insegna a vivere e a fare della nostra vita un capolavoro... Non studiamo solo! Mettiamoci in cammino!

    RispondiElimina
    Risposte

    1. Brava, la solita che non solo protesta e contesta fino alla fine, ma che appena sente una parola storta subito attacca la cristianità degli altri, perché come sappiamo, i farisei mirano alle apparenze, non alla sostanza e alla verità storica, cosa che voi rinnegate. E come vorresti che mi esprimessi? Con tanto amore per ogni contestazione e testardaggine da parte vostra? Non riconoscete il Magistero, l'esegesi biblica cattolica, i sacramenti, la verginità della Madonna e il suo rosario, non volete accettare il fatto che Gesù ha istituito una sola chiesa. Ti posso fare un massaggio alla schiena e ai piedi visto che sei così stressata e cerchi amore cristiano come formalità apparente, così la finisci col tuo tormento interiore nel cercare contestazioni. Accetta la realtà perché al contrario, per te è come sbattere contro dei mulini a vento. Gesù uguale chiesa cattolica, altro non saprei che dirti. Ti lascio un abbraccio da cristiano(non nella forma ma nella sostanza) perché l’amore cristiano si dimostra nel momento del bisogno, non come abito per rifarsi un look e distinguersi dagli altri per vantarsi di appartenere a un gruppo e presumere di essere i migliori.

      Elimina
  3. Noto da parte dei protestanti, che hanno lasciato i loro commenti, nessuno ha obiettato agli argomenti proposti. Silenzio assenso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti riferisci ai cattolici che non hanno commentato alle note dei protestanti, si vede che molti cattolici non ci perdono più tempo in certe diatribe, è tempo perso. Comunque sia col tempo si matura, malgrado ci siano forti differenze dottrinali, io non odio più i protestanti come un tempo che contestavano fino alla morte. Ognuno è libero di credere in ciò che vuole, io ho avvisato. Viviamo in tempi di apostasia per la nostra chiesa, questo è palese, ma non vuol dire per questo passare dal cattolicesimo al luteranesimo, calvinismo, pentecostalismo ecc. Grazie per aver commentato.

      Elimina
  4. Grazie per quello che scrivi le tue parole mi aiutano a rimanere sulla retta via

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Vincenzo, resta sempre cristiano e cattolico possibilmente. Se in alcuni post noterai alcune mie espressioni colorite, nn farci caso, sono un patriota, ci tengo alla mia nazione e odio le bugie e la corruzione dilagante della politica e dell'influenza massonica. La nostra generazione subisce troppe ingiustizie,ma siamo anche noi che dobbiamo rieducarci alla legalità che va di pari passo con la vita cristiana, col decalogo, coi sacramenti, gli insegnamenti di Cristo ecc. Saluti.

      Elimina
  5. ringrazio DIO che da protestante mi ha aperto gli occhi ora sono cattolica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Aurora, sono un ex protestante anche io battezzato in origine da cattolico. Mi ero sempre chiesto, come fa una persona a nascere di nuovo e poi litigare per le dottrine e dividersi con altri evangelici imbeccati dai loro illuminati pastori, quando in Efesini 4 si afferma che esiste “un solo corpo, un solo battesimo e un solo spirito”? E poi lo scannarsi sul web per le esegesi bibliche con le diverse vedute di altre denominazioni protestanti? Semplice, perché malgrado si sforzino di imitare seriamente il Cristo Redentore attraverso la Bibbia, tra l’altro incompleta(manomessa da Lutero), non hanno la verità dottrinale e storica e non prendono come riferimento il Catechismo della Chiesa Cattolica dove vengono riportati i passi biblici a conferma degi statuti riportati dalla Chiesa e inoltre, sono spogliati di quello che al diavolo fa più paura e gli strappa via le anime, cioè i Sacramenti (battesimo, confessione, comunione, matrimonio, cresima ecc). Solo i presbiteri cioè gli anziani della Chiesa hanno l'autorità di amministrali, i veri pastori consacrati, ossia i sacerdoti. Gesù stesso diceva di pregare, di chiedere, di bussare e di ricercare con costanza senza stancarsi mai, come fa la vedova col giudice iniquo o con la parabola dell’amico importuno o nel caso di chiedere i doni dello Spirito Santo come in Luca 11.

      Questo passo è per te:

      "Quando però verrà lo Spirito di verità, egli vi guiderà alla verità tutta intera, perché non parlerà da sé, ma dirà tutto ciò che avrà udito e vi annunzierà le cose future." (Gv 16,13)

      Un abbraccio.

      Elimina
  6. Ci si può soffermare qaunto si vuole sui punti divergenza dottrinali (o quelli che talvolta sembrano enormemente divergenti, ma in

    sostanza lo sono di meno). Ma la vera emergenza di questo tempo è un'altra, ed è sotto gli occhi di tutti. La deriva anti-cristiana della

    società, spinta verso l'ateismo e la persecuzione di ogni sentimento religioso.
    I primi nemici della Chiesa stessa, sono i tantissimi "cattolici nominali", che (e questa è la trappola) pur risultanto "cattolici" sulla

    carta, di cristiano non hanno nulla o quasi. Nella migliore delle ipotesi vivono una fede estremamente eretica (molto più eretica dei

    gruppi protestanti e di varia matrice cristiana), nella peggiore, vivono come veri e propri atei, ma risultano "cattolici" come già

    detto, e quindi non ci si pone il problema; quelli sono i PRIMI che andrebbero evangelizzati e "liberati dall'errore", sono i primi ai

    quali dover rivolgere questa attenzione, prima ancora dei membri di qualunque altro gruppo cristiano o neanche considerato tale per vari

    motivi... ma non si può pensare che essi rappresentino in assoluto "il nemico" mentre siamo circondati da finti cristiani, e ritengo che

    l'azione pastorale debba iniziare essenzialmente da lì... dal portare il cristianesimo a chi è "cristiano" sulla carta ma in sostanza è

    ateo.
    Non c'entra il relativismo od il "sincretismo", ma il semplice fatto di riconoscere che molti comunemente considerati "eretici" per vari

    motivi, sono comunque molto più vicini a Dio di chi è cattolico solo di nome, poiché nel primo caso vi sono sempre degli elementi di

    verità presenti, nel secondo c'è indifferenza ed ateismo mascherato da un'etichetta, è tutto intorno a noi, nel quotidiano, evidente e

    lampante. È da lì che bisogna iniziare l'azione pastorale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I gruppi non cattolici che leggono le scritture e cercano di allinearsi più possibile alla Parola, sono visti molto seriamente da Cristo, però c'è una nota dolente che stona in questi cosi detti "cristiani non denominali" che vantano di esser nati di nuovo, la parte sacramentale che la Bibbia non cita ma è Magistero millenario della Chiesa e rientra nella Tradizione orale. Basti vedere il catechismo della chiesa cattolica dove viene spiegato ogni quesito ma che molti adenominali, non vanno a guardare per dispetto o testardaggine. Hai ragione tu sul fatto che molti cattolici dicono di esserlo ma nelle azioni non lo sono e sono totalmente indifferenti nelle cose spirituali, nel proselitismo ecc, ma qui commetti anche un grande errore, quello cioè di giudicare superficialmente le persone senza conoscerle singolarmente. Anche io spesso ne denuncio l'atteggiamento dei cattolici nel loro indifferentismo, inabissati nell'eresia modernista attuale, sostenitori di aborti, eutanasie, aderenti a logge massoniche o al partito comunista ecc ma non possiamo a priori condannare le persone come se si fosse degli spiriti puri scesi dal cielo, Nessuno è senza peccato, nessun cattolico e nemmeno gli evangelici e i protestanti, che spesso peccano del peccato peggiore, di superbia. Un cattolico può sbagliare, commettere peccato, però sa benissimo che può accostarsi al sacramento della confessione per rimettere quel determinato peccato, però sarebbe ancora meglio se prima di confessare un certo peccato, andasse da quel fratello o sorella al quale ha commesso un torto, ma spesso non avviene così purtroppo. Comunque sia c'è sempre nei cieli chi vede e provvede, e mena a ravvedimento. Noi possiamo valutare con giusto giudizio le cose o le persone in certi contesti, ma non condannare o giudicare in maniera suprema. Su questo esiste Dio, il tremendo giudice. Per quanto riguarda invece l'eresia che intendi tu, fai attenzione, non è quella cattolica millenaria ad essere eretica, ma quella protestante, perché rinnega molti dogmi. Poi se non vuoi capire o approfondire è affar tuo. Gesù disse che molti sarebbero venuti nel suo nome, i predicatori, i falsi profeti, gli eretici dicendo che il tempo sarebbe giunto o il Cristo sarebbe venuto, ci possiamo inserire anche i falsi predicatori. Io ho sentito da questi personaggi ogni cosa, ogni dottrina ogni eresia, ogni data e congettura, alla larga! Il web poi è l'esempio perfetto dei falsi predicatori fai da te che predicano ogni teoria possibile e contraria alla Chiesa. Che la chiesa stia diventando una prostituta spirituale e vive una grande apostasia è innegabile ed è palese sotto gli occhi di tutti, anche di noi "fessi cattolici", ma che non sia mai stata casa di Cristo è una mega stronzata messa in giro dai posteri di Lutero. L'azione pastorale appartiene oramai alla Madonna che guida il gregge con potenza verso la fine dei tempi attraverso la preghiera comunitaria che contrasta fortemente le potenze del maligno.

      Elimina

.

TRATTO DAL FILM: "BEN HUR" CHE INCONTRA GESU' CHE LO DISSETA (LA SUA STRAORDINARIA MISERICORDIA)

ARTICOLI PIU' VECCHI IN ORDINE CASUALE

COMMENTI RECENTI

Profezie della Madonna a Baron Renato sull'invasione dei rifugiati ai giorni nostri

ADESSO VUOL MODIFICARE PURE IL PADRE NOSTRO, COI COMPLIMENTI DI "SAN" LUTERO...