TRANSLATE THIS BLOG

mercoledì 22 febbraio 2017

Multato per 4mila euro per aver portato aiuti ai terremotati


Un uomo, che per portare soccorso col suo camion, è passato sull’unica strada che, a tutt’oggi, collega Amatrice con la Salaria, è stato pesantemente sanzionato. I terremotati stanno facendo una colletta per aiutarlo a pagare

Ha avuto una multa da 4mila euro per essere passato sull’unica strada che, a tutt’oggi, collega in maniera diretta Amatrice con la Salaria, visto che il centro storico è ancora ingombro di macerie ed edifici non puntellati e non è stato riaperto al traffico privato. Ma la cosa vergognosa è che, il pover'uomo, un privato cittadino, ad Amatrice, col suo camion, ci stava andando per portare ai terremotati pellet per scaldarsi nei container, perché la temperatura nella notte scende sotto lo zero, saponi, e mangime per le bestie.

Cose concrete, insomma, beni che possono essere recapitati subito. Ha imboccato la Romanella: una strada ormai nota alle cronache per essere stata promossa durante il post-sisma a chiave di volta del traffico per la cittadina distrutta dal terremoto, e quel ponte a Cinqueocchi, capace ora, dopo la sistemazione, di sostenere il via vai continuo di mezzi pesanti dell’esercito, dei vigili del fuoco e della protezione civile. Ma per il camion di 75 quintali di Giuseppe, è tornato improvvisamente in vigore il limite di 35 q, che esisteva quando il ponte era pericolante.

"Mi dispiace", afferma Giuseppe, "ma soprattutto per questa gente. Hanno bisogno di tante cose. Portavo cibo per loro, cibo per gli animali, cose utili. Non era un auto-articolato era un semplice camion. Tornerò. Ma con la mia macchina".

E ora, le vittime del sisma del 24 agosto 2016, quelle vittime abbandonate dallo Stato, stanno facendo una colletta per aiutare Giuseppe a pagare la multa. Accade anche questo, nel mondo alla rovescia di Amatrice, dove il grande cuore degli italiani cerca di sostenere la rinascita della popolazione vittima del sisma, ma trova ostacoli di ogni genere. "È una vergogna", protesta Fabio, a nome di un gruppo di terremotati che intendono dare uno schiaffo morale a chi se ne sta infischiando dei disagi che stiamo subendo. E continua: "Non abbiamo più niente. Ma ci stiamo tassando. Raccoglieremo i soldi. E gliela pagheremo noi, quello che è successo a Giuseppe, che a sue spese, si sta dando da fare con generosità, è inaccettabile".


Nessun commento:

Posta un commento

.

TRATTO DAL FILM: "BEN HUR" CHE INCONTRA GESU' CHE LO DISSETA (LA SUA STRAORDINARIA MISERICORDIA)

ARTICOLI PIU' VECCHI IN ORDINE CASUALE

COMMENTI RECENTI

Profezie della Madonna a Baron Renato sull'invasione dei rifugiati ai giorni nostri

ADESSO VUOL MODIFICARE PURE IL PADRE NOSTRO, COI COMPLIMENTI DI "SAN" LUTERO...