TRANSLATE THIS BLOG

martedì 30 maggio 2017

5 ragioni per cui Satana ama la pornografia (da Aleteia.org)

Si direbbe che lui ne sia il fan numero uno…

Ogni anno, nel mio corso di Cristianesimo e Mass Media al Collegio Benedettino, affrontiamo il tema della pornografia, il juggernaut dei mass media del 21esimo secolo.

E ogni anno il problema della pornografia peggiora. Sentite l’ultima: i due più diffusi siti di streaming stanno lanciando dei programmi sul tema della pornografia, un documentario e un biopic.

sabato 27 maggio 2017

Ai fanatici della nato, Trump non è piaciuto


No, non ha ripetuto che l’Alleanza Atlantica è “obsoleta”. Ma col linguaggio del corpo, Trump è stato inequivocabile. A cominciare da come ha sbattuto da parte il primo ministro del Montenegro Dusko Markovic, prossimo membro della NATO: certo, Donald non lo conosceva (e chi mai lo conosce?) ma l’atto è altamente simbolico: Stoltenberg e i servi europei di Obama hanno voluto il Montenegro nella NATO, contro Mosca, a tutti i costi, al punto da tentare un colpo di Stato per farlo. Per il resto, ha ripetuto agli alleati a muso duro: pagate per la nostra protezione. Un discorso da commerciale, il che è un benefico miglioramento rispetto moralismo bellicista coltivato dai Stoltenberg e dai Tusk in funzione anti-Mosca, il Bene in lotta contro il Male, contro il Putin “aggressivo alle frontiere”.

Il cardinal Joseph Zen Ze-Kiung: «I comunisti cinesi hanno paura di Nostra Signora di Fatima»

«Non credo che il governo cinese accetterà altre soluzioni se non la sottomissione della Chiesa alla leadership del governo comunista». Il cardinale Joseph Zen Ze-Kiung, vescovo emerito di Hong Kong non nutre alcuna speranza sul futuro dei cristiani in Cina e a colloquio con Aiuto alla Chiesa che Soffre descrive un quadro drammatico. «Durante la Settimana Santa, ad esempio, i vescovi della Chiesa sotterranea sono stati obbligati a frequentare dei corsi di formazione sulla politica e non hanno quindi potuto celebrare la liturgia con i fedeli».

venerdì 26 maggio 2017

Egitto, attacco ai cristiani copti: almeno 26 uccisi su un autobus


In Egitto torna a scorrere il sangue. E a essere brutalmente ammazzati sono, per l'ennesima volta, i cristiani copti.

Questa mattina, a Minya, città di quasi 200mila abitanti a circa 250 chilometri a sud del Cairo, è stato preso d'assalto un autobus. Ad attaccarlo è stato un commando formato da dieci persone a volto coperto che, imbracciando armi automatiche, hanno aperto il fuoco sui quaranta cristiani copti che, dalla città di Beni Suef, stavano andando al monastero di San Samuele. Ne ha ammazzati 28, alcuni dei quali erano bambini. I feriti, una ventina in tutto, sono stati trasportati presso l'ospedale di Maghagha (guarda il video).

giovedì 25 maggio 2017

Genitori e suoceri possono rovinare il matrimonio

Alcuni consigli per salvarsi prima che sia troppo tardi: non idolatrare i genitori, abbandonare i sensi di colpa, telefonate brevissime, andare raramente a mangiare dai genitori e, finalmente... mandare al diavolo la mamma (di Elsa Belotti)

Quando ci sono i corsi per fidanzati invito sempre anche i genitori perché così sentono anche loro: per essere felici nella vita di coppia bisogna "mandare al diavolo" le nostre mamme. E aggiungo che sono molto gentile perché le mamme andrebbero ammazzate sul posto, perché combinano troppi danni ai figli; dico le mamme e non anche i papà perché i papà disturbano un po' di meno, hanno una voce distaccata e più equilibrata verso i figli. Siamo noi mamme che gli stiamo troppo addosso e li roviniamo. Faccio cinque premesse.

lunedì 22 maggio 2017

In meno di 30 anni l'Europa sarà islamica, i cristiani saranno perseguitati


Il presidente della Commissione per le questioni familiari, e la tutela di maternità e infanzia della Chiesa Ortodossa, l’Arciprete Dmitri Smirnov, lancia l’allarme 

L’Europa si ritroverà musulmana in soli tre decenni e i cristiani saranno cittadini di seconda classe, come accade oggi nel Vicino Oriente. Perseguitati dai nuovi arrivati vivranno la loro fede in segreto. E’ la previsione a tinte fosche ma realistiche fatta al canale televisivo russo Soyuz dall’alto prelato russo Dmitri Smirnov, nella quale ha avvertito che la civiltà cristiana ha molto poco tempo prima che la sua scomparsa sia irreversibile in Occidente. Ma Smirnov non si limita all’Occidente, lo stesso processo demografico, coglie con intelligenza, è in atto in Russia.

domenica 21 maggio 2017

"Ecco perché l'islam è una dittatura"


L'autore best seller, l'egiziano Abdel-Samad, denuncia: "I moderati non esistono". E accusa: "La vostra società consente ai fanatici di radicarsi"

La vocazione totalitaria dell'Islam spiegata, senza peli sulla lingua, attraverso le categorie del 900.

sabato 20 maggio 2017

Il cuore dell’eresia luterana: la dottrina della "giustificazione"



(1517-2017: 500 anni di sovversione protestante)

Il 31 ottobre 1999, dalla Federazione Luterana Mondiale e dalla Chiesa cattolica veniva firmata ad Augusta, in Germania, una Dichiarazione congiunta sulla giustificazione per la fede. Il cardinale Cassidy, rappresentante la parte cattolica, dichiarò che il consenso raggiunto ed espresso in questa dichiarazione «risolveva virtualmente una questione discussa da lungo tempo».

Il 27 giugno 2016, Papa Francesco affermava a sua volta: 

«Oggi protestanti e cattolici siamo d’accordo sulla dottrina della giustificazione: su questo punto così importante lui [Lutero] non si era sbagliato.»

Eppure è proprio questa questione della giustificazione che vide in opposizione Lutero e i teologi romani e che occupò una buona parte dei lavori del Concilio di Trento. Se Lutero non s’è sbagliato, allora è Roma e il Concilio che si sono sbagliati? La questione si baserebbe solo su un malinteso ormai chiarito? E Lutero sarebbe di colpo «uno dei più grandi geni religiosi di tutti i tempi», come dichiarava il cardinale Congar a Jean Puyo nel 1975, che sarebbe urgente riabilitare?

venerdì 19 maggio 2017

Il santo bevitore: per essere liberati dalle schiavitù e dipendenze, appelliamoci al Santo Talbot


Il suo destino sembrava segnato sin dalla fanciullezza, nato e cresciuto in un ambiente fortemente dedito all’alcool, anche lui ne fu preda; fino ai 28 anni, in effetti fu un ostinato alcolizzato. Ma in un periodo in cui non esistevano comunità di recupero o terapeutiche, egli con la sola forza della fede ne uscì fuori, diventando da reietto della società, un luminoso esempio di operaio cristiano, di laico innamorato di Dio, di soccorritore dei più deboli.

giovedì 18 maggio 2017

LA COSCIENZA CATTOLICA DELLA STORIA

Hilaire Belloc (1870-1953) un grande polemista e storico anglo-francese dal titolo inequivocabile: «L'Europa e la Fede». Il libro non è solo un accorato appello all'Europa affinché ritrovi le proprie radici nella Fede cattolica ma è soprattutto un appassionato e documentato saggio sulle ragioni profonde dell'irrinunciabile identità e radici cristiane dell’Europa. Già nell'Introduzione Belloc chiarisce l'essenziale differenza tra la "coscienza cattolica della storia" e un "punto di vista cattolico sulla storia", facendo trasparire la debolezza relativistica dell'opinabile "punto di vista"(«Questo indugiarsi su punti di vista è cosa moderna e perciò segno e manifestazione di decadenza») ed, al contempo, stimolando l'esatta percezione della coscienza quale conoscenza intima, interiore («Il cattolico guarda l'Europa dall'interno: non può esistere quindi un punto di vista cattolico della storia europea allo stesso modo che una persona non può avere un punto di vista su se stessa»). Rifuggendo così dal soggettivismo e dal particolarismo, Belloc ci permette, a distanza di un secolo, di precisare i contorni della nostra coscienza, anche nella valutazione della grande storia europea. Nel preservare la coscienza cattolica della storia, al cattolico europeo spetta un gravoso compito, un' enorme responsabilità ed incombenza che lo proietta in una dimensione pubblica di annuncio della propria fede e della propria storia. Senza remore, senza alcun timore reverenziale ma, al contrario, come fece lo stesso Belloc, nella consapevolezza di non testimoniare affatto una minorità culturale, ma di annunciare l'anima cattolica dell'Europa.

mercoledì 17 maggio 2017

Soros vuole un nuovo social


Un social network pubblico alternativo a Faceboook, pagato dai contribuenti, che sappia contrastare le «notizie di parte provenienti dagli organi d’informazione di destra». È la proposta del ricercatore Ethan Zuckerman, membro del consiglio della Open Society Foundations, l’organizzazione internazionale con ambizioni filantropiche fondata e presieduta dal finanziere George Soros. In un articolo pubblicato su The Atlantic, l’esponente della Open Society e direttore del Center for Civic Media, propone la creazione di un social media governativo che abbia «la missione civica di fornire una visione diversificata e globale del mondo».

Caro Papa, dimentichi che la Madonna è la “postina” di Dio da duemila anni, anzi dalle origini! di Luigi Copertino


Caro Papa, dimentichi che la Madonna è la “postina” di Dio da duemila anni, anzi dalle origini!

Considerazioni escatologiche tra Fatima e Medjugorie

Sabato 13 maggio è stato celebrato, con la santificazione di Giacinta e Francisco, i due più piccoli dei tre pastorelli scelti dal Cielo, il centenario delle apparizioni della Santa Vergine a Fatima. Evento capitale nella storia del XX secolo ed in generale nella storia dell’umanità, anche se la storiografia, di solito, non si occupa di eventi di questo tipo precludendosi, così, una comprensione più alta delle vicende storiche.

Fatima, alla quale sono seguite altre “mariofanie” come a suo completamento, è una profezia ancora ampiamente aperta. Una profezia mal interpretata lungo il XX secolo perché piegata soltanto all’ammonimento del pericolo comunista con chiare implicazioni politiche in senso conservatore e filo-americano. A Fatima la Madonna ha sì, certamente, ammonito l’umanità sul pericolo del comunismo, alle porte nel momento nel quale Ella parlava ai tre pastorelli che non sapevano neanche cosa fosse la Russia e pensarono ad una donna particolarmente cattiva, ma per troppo tempo l’esegesi maggioritaria, sull’ammonimento mariano, in ambito cattolico è stata quella esclusivamente anti-comunista, dimenticando che Maria, in quel 1917, già vedeva oltre la fatidica data del 1989 e, soprattutto, che Lei stessa ha annunciato il trionfo finale del suo Cuore Immacolato.

martedì 16 maggio 2017

Reggio Emilia, processione contro il gay pride? "La Curia non appoggia"


Reggio Emilia, 16 maggio 2017 - La Curia reggiana non intende appoggiare la manifestazione con preghiera ‘di riparazione’ per gli omosessuali, organizzata da un gruppo di cittadini cattolici il 3 giugno, nello stesso giorno in cui si terrà il ‘REmilia pride’.

«La Diocesi ne era all’oscuro: l’ha appreso dalla lettura dei giornali – spiega il portavoce del vescovo Massimo Camisasca –. Al momento non risulta che sia stata chiesta alcuna autorizzazione né alla Diocesi, né alla parrocchia della Duomo. Non è stato autorizzato l’uso del nome della Cattedrale e nemmeno quello del suo sagrato. Oltretutto non si conosce l’identità dei promotori».

"Uscite da essa, o popolo mio, affinché non vi associate ai suoi stessi peccati e non siate colpiti dai suoi stessi flagelli. Ché sono giunti fino al cielo i peccati di lei; si è ricordato Dio delle sue iniquità"


Ivo Marsaudon, il suddetto frammassone Francese ed autore, sostenne anche che Angelo Roncalli, Antipapa Giovanni XXIII, divenne un massone di trentatreesimo grado durante la sua esperienza in Francia come nunzio. Maria Ball Martinez scrisse che, dalle loro postazioni, le guardie repubblicane Francesi notarono "il nunzio, Roncalli, lasciare la sua residenza in abiti civili per frequentare gli incontri serali del Giovedì della loggia massonica del Grande Oriente di Francia. Mentre un tale drammatico conflitto di lealtà snerverebbe qualunque uomo medio, sia egli un Cattolico od un frammassone, Angelo Roncalli sembra avere addomesticato la questione." 

'Ndrangheta e immigrati, 68 arresti a Isola di Capo Rizzuto: smantellato il clan Arena. In manette pure il prete


Affari, sporchi, con gli immigrati. Affari in cui si mischiano 'ndrangheta e anche la Chiesa: in manette, tra le 68 persone finite in stato di fermo, c'è anche un prete, don Edoardo Scordio, parroco dell'Isola di Capo Rizzuto e tra i fondatori delle Misericordie.

Quello che nessuno ha detto su Fatima e che fa tremare


A cento anni dalla prima apparizione di Fatima, tutti i media tornano a occuparsi di quella profezia sul XX secolo e dei misteri connessi.

Però qual è il punto oggi? Ho studiato per anni quella vicenda, soprattutto il giallo del “terzo segreto”, la sua pubblicazione del 2000 e le polemiche sulla sua completezza.

Credo che la svolta più clamorosa sia accaduta pochi mesi fa nella disattenzione generale e sia tuttora ignorata.

lunedì 15 maggio 2017

Blue whale, il "gioco" dell'orrore è arrivato anche in Italia


Il nuovo "gioco" dell'horrore nato in Russia è arrivato anche in Italia: lo scorso febbraio un 15enne di Livorno si è suicidato da un palazzo di ventisei piani per seguire le regole del Blue whale.

Di questo terribile "gioco" ne avevamo già parlato il 3 marzo scorso, quando in Russia il numero di adolescenti morti per seguire questa moda era arrivato a 130. Ieri sera, questo tema delicato è stato affronatato da Matteo Viviani de Le Iene e quello che ne è venuto fuori è davvero agghiacciante.

domenica 14 maggio 2017

Ha distrutto anche Fatima e il messaggio della Madonna

(nella foto: Bergoglio in piedi davanti al SS. Sacramento – come al solito – con l’inginocchiatoio lasciato inutilizzato)
Benedetto XVI, nel pellegrinaggio a Fatima del 13 maggio 2010, auspicò di vedere nel centenario delle apparizioni (il 2017), il trionfo del Cuore Immacolato di Maria profetizzato dal Messaggio della Madonna. Ma il 12 maggio del 2017 papa Bergoglio ha sostanzialmente liquidato Fatima e il Messaggio della Madre di Dio.

sabato 13 maggio 2017

1517-2017: 500 anni di sovversione protestante (Parte Terza)


1517 – 1617 – Un secolo di luteroterrorismo
(Pubblicato su Le Sel de la terre n° 99 - inverno 2016-2017)

Dal terrorismo fisico al terrorismo intellettuale 

Resta un grande paradosso: il protestantesimo, che si è imposto dappertutto col terrore, è riuscito a darsi un’immagine pacifica e non violenta, scaricando sulla Chiesa la responsabilità dei fiumi di sangue che ha fatto scorrere. 

Nell’immaginazione collettiva, il protestante è un docile perseguitato. Il cattolico un feroce persecutore. Come ha potuto imporsi una tale inversione della realtà? 

Il tempo dei falsari 

Per prima cosa, non sempre la storia è scritta dai vincitori. Nei paesi protestanti in cui i papisti furono eliminati, essa si avverò facilmente protestante. Non così in altri posti.

Fatima, il Papa dichiara santi i due pastorelli


Francesco e Giacinta Marto, i due pastorelli ai quali cento anni fa a Fatima apparve la Madonna, sono santi. Papa Francesco li ha proclamati nel corso della celebrazione della messa al santuario portoghese.

All'annuncio la folla oceanica (circa 500mila persone) che si è radunata per la celebrazione esplode in un lungo e commosso applauso. I due piccoli veggenti erano stati beatificati da Papa Wojtyla il 13 maggio 2000. Sono i primi bambini santi non martiri della storia della Chiesa.

giovedì 11 maggio 2017

Il consulente del Vaticano: "Alcuni santi erano gay"

Padre James Martin, consulente della Segreteria per la Comunicazione della Santa Sede, su Facebook: "Una certa parte dell'umanità è gay. Anche una certa parte dei santi poteva esserlo. Potresti essere sorpreso quando in Paradiso verrai salutato da uomini e donne Lgbt"

mercoledì 10 maggio 2017

Indonesia. Condannato per blasfemia finisce in prigione il governatore cristiano di Jakarta


L’Indonesia, il paese musulmano più popoloso al mondo, sta scivolando sempre di più verso il fondamentalismo. E la condanna per blasfemia di Basuki “Ahok” Tjahaja Purnama a due anni di carcere purtroppo lo conferma. Ahok è cristiano ed è il governatore uscente di Jakarta. L’accusa di blasfemia, del tutto infondata, gli ha fatto perdere le elezioni ad aprile a danno del candidato musulmano Anies Rasyid Baswedan, appoggiato dagli estremisti islamici.

lunedì 8 maggio 2017

1517-2017: 500 anni di sovversione protestante (Parte Seconda))

1517 – 1617 – Un secolo di lutero-terrorismo


Pubblicato su Le Sel de la terre n° 99 - inverno 2016-2017

Il carnefice che pensa di essere la vittima

Il caso non è unico, ma tra i protestanti esso riveste dimensioni grandiose. Visto nel suo insieme, il quadro è perfino sorprendente.

- Hanno messo a ferro e fuoco l’Europa per più di un secolo, suscitando dappertutto guerre civili (solo l’Inquisizione permise all’Italia e alla Spagna di venire risparmiate) (1). 
- Si sono stabiliti col terrore in tutti i paesi in cui sono riusciti a dominare. 
- Dovunque hanno perseguitato, torturato e massacrato sacerdoti e fedeli cattolici, il cui solo crimine era di conservare la fede che avevano ricevuto.

sabato 6 maggio 2017

Coroncina per le anime del Purgatorio

Scena raffigurante le anime in purgatorio e gli angeli che vengono a prenderli per portarle in cielo.

Preghiera da recitarsi con la corona del Santo Rosario.

(Il mese di novembre è particolarmente dedicato alle preghiere in suffragio delle anime del Purgatorio.)

COME INIZIARE:

1517-2017: 500 anni di sovversione protestante (Prima Parte)

Il protestantesimo al centro della sovversione moderna

[Editoriale di Le Sel de la terre n° 99 - inverno 2016-2017]

Può sembrare che il protestantesimo sia superato. Merita davvero che vi si insista quando delle ideologie ben più avanzate devastano il mondo contemporaneo? 

In realtà, l’insistenza viene dai papi. Per più di un secolo essi hanno ripetuto senza posa che la Rivoluzione è figlia del protestantesimo.

Mons. Delassus se n’è fatto eco descrivendo la Pseudo-Riforma come una tappa capitale della congiura anticristiana(1). E il semplice buonsenso constata facilmente che il protestantesimo ha diffuso in tutto il mondo cristiano il virus del liberalismo, che è il cuore della Rivoluzione.

Il giudizio dei papi [(x) vedi nota a piè di pagina)]

Dal 1793, dopo l’assassinio del Re Luigi XVI, Pio VI affermò che la Rivoluzione che dilagava in Francia aveva origine dal calvinismo. Egli non esitò a parlare di congiura, di cospirazione e di complotto:

giovedì 4 maggio 2017

I falsi cristi e falsi profeti


Nella foto di apertura, Sergej Anatol'evič Torop, conosciuto dai suoi seguaci in Siberia come "Vissarion" (nato a Krasnodar, il 14 gennaio classe 1961), predicatore russo che si veste e si spaccia come un Gesù.

Prima della carriera di predicatore era poliziotto russo; alcuni suoi ex-colleghi in alcune interviste hanno affermato che Sergej prima delle sue nuove vestigie, quando inseguiva i criminali e gli ordinava di fermarsi, essi, quasi illuminati, si inginocchiavano immediatamente davanti a lui. Attualmente è il leader della "Chiesa dell'Ultimo Testamento", di cui è anche il fondatore. Il movimento religioso conta all'incirca 4.000 seguaci, in una trentina di villaggi siberiani nelle vicinanze della sede principale della chiesa e altri 10.000 sparsi per il mondo.

San Massimiliano Maria Kolbe, il frate che ha combattuto la massoneria.

Il 15 Agosto 1941, nel forno crematorio di un campo di sterminio nazista, nei pressi di Auschwitz, veniva ridotto in cenere il corpo del francescano polacco Padre Massimiliano Kolbe. Padre Kolbe si era offerto in sacrificio per salvare la vita di un padre di famiglia, condannato a morte dalla ferocia nazista! Nel 1971, Papa Paolo VI lo dichiarava “Beato” e, undici anni dopo, Papa Giovanni Paolo II lo dichiarava “Santo, confessore e martire”. Padre Kolbe era, così, diventato Santo! Un Santo polacco venuto da Auschwitz!

Padre Kolbe aveva un’idea molto precisa del mondo politico polacco. In un articolo del 1923, scriveva: 
«Che i massoni esercitino, qui da noi, una grande influenza anche sul Governo, è dimostrato, in modo eloquente, dal fatto che (...) lo scioglimento del Governo di Ponikowski (...) era stato ordinato dalla Massoneria (...)! Ed avvenne proprio così!».

Scandalo in Belgio, vescovi contro il prof. cattolico

Nell'università cattolica (?) di Lovanio si rischia il licenziamento per aver definito l'aborto un omicidio, inoltre i vescovi...

In Belgio la polemica è forte. E La Chiesa belga, e l'Università Cattolica di Lovanio, non stanno mostrando, a nostro modesto parere il meglio di sé. Anzi. La storia è semplice: un professore di filosofia dell'università, Sthéphane Mercier, durante un corso destinato agli studenti del primo anno ha trattato del tema dell'aborto, e prendendo spunto dal quello che ha scritto Peter Kreeft, professore del King's College di New York, secondo cui l'embrione è persona dal concepimento, ha argomentato che l'aborto volontario è un omicidio premeditato, e dovrebbe essere proibito dalla legge (come era peraltro in occidente fino a qualche decennio fa).

mercoledì 3 maggio 2017

Un culto di Lucifero nell'alta finanza (di Maurizio Blondet)


Vedo che alcuni blog italiani hanno già postato parziali traduzioni di questo video. Non so chi sia quello che parla, se davvero si chiami Ronald Bernard(nella foto di apetura), sia olandese, e sia come dice un professionista interno all’alta finanza. Non so se quando dice che in quegli ambienti alti si pratica un culto luciferino, sia vero. Non ho prove. Solo che, quando comincia a raccontare “sono stato invitato a partecipare a dei sacrifici…all’estero…”, gli occhi gli si riempiono di lacrime. “…Bambini…”. E’ davvero sconvolto al ricordo.

martedì 2 maggio 2017

Le presunte eresie della chiesa cattolica (risposte di confutazione ai soliti accusatori protestanti)


Alcuni cenni in opposizione al libello anticattolico realizzato dal rev. Stefano Testa del centro biblico di Napoli e diffuso da vari settari

(Di Paolo Blandini) Carissimi fratelli e sorelle, da diversi anni subiamo attacchi da vari movimenti religiosi alternativi, come evangelici, di varie denominazioni, di branhamiti, testimoni di Geova ecc. ma ho visto che un bel gruppo di fratelli cattolici si difendono bene, perché preparati biblicamente e storicamente sulla Chiesa Cattolica, però ci sono fratelli cattolici, che purtroppo, non sono preparati in questo senso e che ingenuamente cascano con queste persone, e molto spesso rimangono scossi, e purtroppo molti ci cascano e abbandonano la Vera Chiesa. Allora ho deciso di postare alcune accuse fatti da questi per mettere in crisi il Cattolico non preparato ecc. Per cui ho preso un bel lavoro fatto da altri fratelli che rispondono alle accuse fatte da questi, e questo sarà un valido aiuto per i nostri fratelli impreparati, per cui vi prego gentilmente di condividere questo lavoro, in modo che venga letto da più persone, e consiglio anche di conservarlo e possibilmente stamparlo e potete servirvi di questo bel lavoro. E un lavoro lungo, come dice un evangelico, un lenzuolo lunghissimo, ma ne vale la pena per aiutare altri fratelli a non farsi trovare impreparato, certo non c’è tutto, ma quello che c’è in questo, basta. Un consiglio: quando vi dicono qualche cosa contro la Chiesa consiglio di andare a verificare personalmente se ciò risulta a verità, facendo ricerche, perdendoci anche del tempo, perché molto spesso le loro accuse non risultano a verità, come è successo di constatare a me personalmente facendo delle ricerche, per cui BUONA LETTURA!

La testimonianza di Jim Caviezel


Jim Caviezel, l'attore che ha interpretato il Gesù nel film "La Passione" di Mel Gibson, racconta la sua conversione e le sue incredibili vicissitudini durante le riprese del film. Incredibile ma vero!

I cattolici romani adorano le statue e le immagini?


Tanto per fare una precisazione, i protestanti o gli evangelici per dimostrare che noi cattolici siamo idolatri, ci prendono versetti Biblici del Vecchio Testamento, per cui questa trattazione servirà per capire cosa voleva veramente dire Dio con questo comandamento e a chi era riferita questa proibizione, quindi sono costretto a riferimi al vecchio Testamento, dato, ripeto che loro fanno riferimento al Vecchio testamento, naturalmente mi riferirò anche al Nuovo Testamento, per questo chiedo di leggere tutta la trattazione per (alla fine) capire.

TRATTO DAL FILM: "BEN HUR" CHE INCONTRA GESU' CHE LO DISSETA (LA SUA STRAORDINARIA MISERICORDIA)

ARTICOLI PIU' VECCHI IN ORDINE CASUALE

COMMENTI RECENTI

Profezie della Madonna a Baron Renato sull'invasione dei rifugiati ai giorni nostri

ADESSO VUOL MODIFICARE PURE IL PADRE NOSTRO, COI COMPLIMENTI DI "SAN" LUTERO...