TRANSLATE THIS BLOG

lunedì 31 luglio 2017

Putin espelle 755 diplomatici americani, risposta a sanzioni deepstate


Il presidente russo Vladimir Putin ha annunciato che 755 diplomatici degli Stati Uniti dovranno lasciare la Russia. Una risposta alle nuove sanzioni imposte a Mosca da Washington. Intanto il vice presidente Usa, Mike Pence, ha confermato che a breve “Donald Trump firmerà le sanzioni contro Mosca”. Trump è ostaggio dello Stato profondo che esige un confronto con la Russia per giustificare una nuova e lucrosa corsa agli armamenti.

domenica 30 luglio 2017

Pedofilia, Michael Jackson e gli attacchi alla Chiesa

Alcuni giorni fa è comparsa sui giornali la notizia che i Boy Scout Usa hanno dovuto pagare 1,4 milioni di euro per risarcire un abuso sessuale su di un minore avvenuto svariati anni fa. Gli avvocati dell'accusatore avevano chiesto 25 milioni di dollari di risarcimento, ed hanno dichiarato di aver raccolto "centinaia di testimonianze di abusi compiuti tra il 1965 e il 1985 in seno ai Boys Scouts americani, dimostrando che l'organizzazione non poteva essere all'oscuro…". La notizia mi sembra sia estremamente interessante.

La prima notazione che si potrebbe fare, sebbene non la più acuta, è questa: centinaia di casi tra i Boys Scouts, esattamente come tra gli insegnanti di ginnastica, i protestanti, i laici di ogni tipo…. Perché allora sempre e solo la Chiesa cattolica, quotidianamente, tra gli imputati? Perché così poca rilevanza alla notizia, se riguarda gli Scouts, i caschi blu, le varie chiese protestanti e così tanto clamore, tanta insistenza quando c'è di mezzo un prete?

Trovata una perla di grande valore, va, vende tutto e la compra...


La prima lettura di questa domenica riporta la bella preghiera del re Salomone (1 Re 3,5-14), il quale domanda a Dio non tanto ricchezza e benessere personale, ma la sapienza necessaria per ben governare il popolo d'Israele e per distinguere il bene e il male. Questa preghiera piacque molto al Signore che gli concesse un cuore saggio e intelligente come nessuno lo aveva avuto in precedenza.

sabato 29 luglio 2017

Marilyn Manson. Business e satanismo, una trappola per i giovani

Oltre 20.00 firme erano state raccolte per impedire i tre concerti di Marilyn Manson in Italia in questa estate 2017. Manson è certamente un “cattivo maestro” per eccellenza per numerose masse di giovani. Infatti egli è l’artista del paradosso e della trasgressione, e tutti sanno che il cantante americano, che si dichiara favorevole alla legalizzazione di tutte le droghe, ha fatto della trasgressione e della provocazione le sue armi fondamentali di successo discografico. Marilyn Manson (all’anagrafe Brian Warner) è nato nel 1969 a Canton (Ohio), l’anno in cui la cultura hippy celebrava il suo apogeo con il festival di Woodstock. All’età di 18 anni si trasferisce a Tampa Bay in Florida dove inizia la sua carriera come giornalista nel mondo del Music Business. Ma saranno fondamentali gli incontri con Iggy Pop, David Bowie, Red Otchily Peppers e altre rock star, come confessa nella sua autobiografia “La mia lunga strada dall’inferno”, a convincerlo che sarebbe stato più divertente (e proficuo economicamente) rilasciare interviste choc, invece di farle come cronista.

venerdì 28 luglio 2017

Ragazzo 17enne muore per 20 minuti e afferma di aver visto Gesù


Un ragazzo di 17 anni del Texas, Zack Clements afferma di aver incontrato Gesù, che gli ha detto che: “Tutto sarebbe andato posto”. Questo è successo dopo un improvviso attacco di cuore che l’ha sorpreso nella palestra dove stava giocando. Zack è letteralmente morto per 20 minuti.

domenica 23 luglio 2017

"Ecco chi attacca Benedetto XVI. La Chiesa ora è sotto assedio"


Marcello Pera, amico di Benedetto XVI e ex presidente del Senato: "Benedetto penso sia preoccupato per lo stato della Chiesa"

Non è un retroscenista Marcello Pera. Ma conosce il mondo della Chiesa ed è un amico personale di Joseph Ratzinger. Per questo ha tutte le carte in tavola per dire che "è in atto un pesante attacco contro papa Benedetto XVI".

Il grano e la zizzania


"Raccogliete prima la zizzania e legatela in fasci per bruciarla" (Mt 13,24-30)

Nel Vangelo di oggi (domenica 23 luglio 2017), per descrivere il Regno dei Cieli, Gesù adopera tre parabole ricche di significato. La prima, quella del buon grano e della zizzania, ci fa comprendere il motivo della presenza del male accanto al bene. Il campo di cui parla il Vangelo è il mondo, e il buon grano seminato da Dio è il bene. Dio vuole solo il bene, e allora come spiegare la presenza del male? Gesù allora ricorre al paragone della zizzania seminata dal nemico di notte.

Alfonso Ratisbona, l'ebreo divenuto cattolico dalla Vergine Miracolosa

Maria appare ad Alfonso Ratisbonne
Disegno di N. Musio

Apparizione della Vergine ad Alfonso Ratisbona

Giovedì 20 gennaio 1842 verso le 12.45, il giovane Alfonso Ratisbonne accompagna, per pura cortesia, l’amico Teodoro de Bussière nella Chiesa di S. Andrea delle Fratte in Roma. Mentre l’amico è in colloquio con il Parroco, Alfonso visita curioso, con sguardo freddo ed indifferente la Chiesa, dove si stanno facendo i preparativi per il funerale del conte di Laferronnays. Passati non più di 10 minuti, rientrato in Chiesa, l’amico Teodoro trova Alfonso inginocchiato davanti alla cappella di S. Michele, profondamente assorto, quasi in estasi. «Ho dovuto toccarlo tre o quattro volte – scrive due giorni dopo al fratello di Alfonso – e poi finalmente volse verso di me la faccia bagnata di lacrime, con le mani giunte e con un’espressione impossibile a rendersi... Poi estrasse dal petto la Medaglia Miracolosa, la coprì di baci e di lacrime e proferì queste parole: “Ah! Come sono felice, quanto è buono Dio, che pienezza di grazia e di felicità!”».

Stanno distruggendo l'Italia


Sempre più italiani giudicano non abitabile il nostro Paese per l'invasione in corso e per lo Stato che è un nostro nemico

L'Italia è di chi se la vuol prendere, da noi chiunque può fare quello che vuole. E quasi sempre lo fa. Oggi, nei giorni di una torrida estate che sembra conferire a ogni cosa i colori e i calori di un non troppo metaforico inferno, questa è l'immagine che il nostro Paese da di sé. Quella di un Paese in cui il governo e con lui tutti i pubblici poteri appaiono sul punto di perdere il controllo del territorio. Sono parole pesanti, lo so, e non prive anche di precisi echi ideologici, ma a un certo punto bisogna convincersi che la realtà non è né di destra né di sinistra. È la realtà e basta.

“Noi predichiamo Cristo crocifisso”

1 Corinzi 1:1-31

Paolo inizia la sua epistola ai Corinzi rendendo grazie a Dio che l’ha chiamato a essere apostolo di Gesù Cristo e a fare la volontà di Dio. Di seguito rammenta che chiunque invocherà il nome di Gesù in qualunque luogo esso si trovi, avrà grazia e pace da Dio perché Egli ama tutti gli uomini e li vuole salvare dai loro peccati e dalla morte eterna.

Paolo esorta tutti i credenti a non lodare gli uomini per le loro presunte capacità, ma unicamente Dio poiché l’uomo può essere soltanto uno strumento nelle Sue mani e non può fare nulla da solo. Come Paolo, anche noi possiamo lavorare alacremente nel “campo”, nella speranza di un buon risultato ma solo Dio può mandare le benedizioni e fare fruttare il lavoro.

martedì 18 luglio 2017

Germania, coro di Ratisbona: 547 bambini vittime di violenze


Pubblicato il rapporto finale delle indagini. In 67 subirono violenze sessuali tra il 1953 e il 1992. Georg Ratzinger fu direttore per 30 anni: nel 2010 già si scusò dicendo di non saper nulla degli abusi

Il coro maschile del Duomo di Ratisbona, in Germania, è di nuovo nella bufera per una bruttissima storia di violenza e pedofilia.

Secondo quanto riportano i media tedeschi, l'avvocato Ulrich Weber ha presentato il rapporto finale sulla vicenda, che assume contorni inquietanti.

domenica 16 luglio 2017

Breve storia della moneta e del debito pubblico: una storia religiosa.


Spesso si parla di Debito Pubblico e di manipolazione dei tassi di interesse da parte della BCE, benché nessuno si prodighi di darci delle risposte esaurienti alle nostre domande (ammesso che ci siano persone che se lo chiedano); domande del tipo: a chi li deve l’Italia questi soldi?

In cosa consiste la moneta? Qual è l’origine della moneta? Per quale funzione è stata creata? Di chi è la proprietà della moneta?
L’importanza della moneta consiste nel fatto che senza moneta non possiamo vendere e neppure comprare rendendoci anche impossibile anche il solo respirare! Per capire questi principi dobbiamo ricorrere non solo a spiegazioni puramente materiali -che per quante “esatte” in linea di principio-, rimangono comunque limitative nel reale ambito del problema. Per la perfetta comprensione dello stato attuale del nostro sistema monetario dobbiamo necessariamente guardare alla storia e farci aiutare dell’Alto per poter discernere il significato profondo e spirituale che si cela dietro alla moneta emessa a debito.

sabato 15 luglio 2017

Lutero e la repressione cruenta dei contadini

Il protestantesimo si affermò non dal basso, ma attraverso il potere e gli eserciti dei principi, tanto che Lutero incitò a uccidere i contadini (idea che sarà ripresa, non a caso, da Hitler)

È noto che in Inghilterra l'anglicanesimo fu imposto con la forza da Enrico VIII e da Elisabetta I. Meno noto che quasi ovunque il protestantesimo si affermò nello stesso modo: attraverso il potere dei principi, cioè dall'alto e non dal basso. Già gli eretici millenaristi medievali erano soliti ritenere che la loro opera riformatrice avesse bisogno degli eserciti di imperatori, re, duchi, ecc. per farne i loro alleati. Ma quello che non era riuscito agli eretici medievali riuscì, nel XVI secolo, a Lutero. Soprattutto per due motivi. 

Il primo: i sovrani del suo tempo erano molto più forti di quelli del passato. E in Lutero videro un'ottima scusa per dare al proprio desiderio di potere e di beni, quelli ecclesiastici da confiscare, anche una legittimità religiosa.

Il secondo: la grande corruzione di molti uomini di Chiesa e lo scandalo dato persino da alcuni papi, che servì spesso ai principi per giustificare i loro soprusi, e permise ai predicatori prezzolati, come lo svedese Lars Andersson, di fare simili dichiarazioni: "Se la Chiesa è il popolo, il denaro della Chiesa è il denaro del popolo e il re ne può liberamente disporre".

Il cattolico errante

Stanco di liturgie sciatte, fedeli sovreccitati, preti iperattivi o apatici, il cattolico errante cerca solo una parrocchia normale

Sto notando, tra i credenti, il diffondersi di un fenomeno nuovo. O, meglio, di una nuova figura. Lo chiamerei il «cattolico errante».

Si tratta di un bravo cattolico, un po' di tutte le età e le condizioni sociali, che vaga di chiesa in chiesa, di parrocchia in parrocchia. Perché lo fa? Perché, stanco di liturgie sciatte e di chiese brutte, di preti iperattivi o apatici, di parrocchiani sovreccitati o depressi, cerca una chiesa che sia semplicemente normale, con un prete che sia semplicemente prete, una liturgia semplicemente dignitosa, un edificio semplicemente rispettoso del sacro, fedeli semplicemente beneducati.

Di chi è la colpa dell’invasione?


Lettera aperta ai Senatori e Deputati per la convocazione di un dibattito parlamentare per verificare le responsabilità di Napolitano e Berlusconi

Ci sono, e vanno indagate e dibattute, le grandi cause e responsabilità internazionali e storiche dell’immigrazione di massa e di una presente (e futura) invasione del nostro territorio nazionale che il governo non riesce né a pensare, né tanto meno a controllare.

Ma per avere il diritto di indagare e dibattere le grandi cause e responsabilità storiche, bisogna meritarselo, e prima indagare e dibattere le cause e responsabilità italiane di questa sciagura che ricade sul capo nostro, dei nostri figli e degli immigrati. Farlo è facile, perché la responsabilità politica e giuridica diretta dell’invasione è ascrivibile a due colpevoli italiani, entrambi viventi e operanti sulla scena politica, che hanno nome, cognome e indirizzo.

giovedì 13 luglio 2017

«Il nuovo colonialismo dell’Occidente è l’imposizione dell’aborto a noi africani»


«Quando un paese occidentale viene in Africa e cerca di imporre l’aborto sotto forma di aiuto “umanitario” non fa che comportarsi come i colonialisti di un tempo. Quella che voi chiamate lotta per combattere la povertà è in realtà una forma di colonizzazione ideologica». È una furia Obianuju Ekeocha, ingegnere biomedico di origine nigeriana e fondatrice di Culture of Life Africa, associazione pro life con sede in Inghilterra. L’attivista cattolica è stata intervistata dalla Bbc durante il programma Impact per parlare della promozione di aborto e contraccezione in Africa. Ma la conduttrice australiana Yalda Hakim non si aspettava di trovarsi davanti una donna decisa a demitizzare la narrazione della “salute riproduttiva”.

La follia della Svezia buonista: in tv no al crocifisso, sì al velo


Titolo originale: "Due pesi e due misure in Svezia"

Donne con il velo, donne senza velo. Attorno ad una scelta cosiddetta “libera” l’Occidente s’interroga ormai da tempo. Hijab, Niqab, Chador, Burqa e poi anche Al-amira, Shayla e Khimar. Giusto o sbagliato? Chissà. Una cosa però è certa: con il passare del tempo abbiamo preso le misure di quella stoffa. Abbiamo imparato cioè a conoscere “il mondo dei veli” ed a riconoscerne le differenze.

martedì 11 luglio 2017

Monsignor Lefebvre aveva ragione


Nel video che segue sotto, tratto dal sito Marytube, il sito cattolico Mariano di divulgazione dei messaggi della Madonna di Anguera, Bahia (Brasile), viene riportato una dichiarazione dell' 8 giugno 1978 di Mons. Lefebvre che mette in dubbio delle parti del concilio vaticano II sulla libertà di religione, sul pericolo dell'ecumenismo e peggio, sulle influenze massoniche infiltratesi dentro il vaticano guidando quest'ultimo ad abbracciare il modernismo e il liberalismo, assieme al protestantesimo che sono dottrine contrarie a quella tradizionale cattolica. Mons. Lefebvre denunciò tutto questo con la preoccupazione che la massoneria stesse costruendo un'anti-chiesa protestante dentro la vera chiesa di Cristo, la chiesa cattolica.

sabato 8 luglio 2017

Putin e la rinascita dei valori cristiani


La centralità della famiglia e la protezione dei cristiani sono due aspetti fondamentali per la politica russa. Lo storico incontro a Cuba fra Papa Francesco e il Patriarca Kirill e il viaggio delle reliquie di San Nicola in Russia sono inoltre due segnali importanti per il dialogo ecumenico. Putin e la rinascita dei valori cristiani.

La cristianità è un elemento estremamente importante per la politica della Russia. Recentemente a Mosca è stata inaugurata una nuova cattedrale, che porta il nome della Resurrezione di Cristo e già oltre un milione di russi sono accorsi a venerare le reliquie di San Nicola di Bari, che saranno esposte prima a Mosca poi a San Pietroburgo fino al 28 luglio.

venerdì 7 luglio 2017

La povertà più grande è non conoscere Cristo

Papa Francesco ha indetto la prima Giornata mondiale dei Poveri, che si terrà il prossimo 17 novembre e per la quale ha già reso pubblico un Messaggio nel quale dice che i poveri bisogna amarli nel concreto. Nella recente sua visita a Bozzolo e a Barbiana, in ricordo di don Primo Mazzolari e di don Lorenzo Milani, egli ha detto che questi due parroci hanno fatto parlare i poveri. Il nuovo Presidente dei Vescovi italiani, il cardinale Gualtiero Bassetti, vescovo di Perugia, all’indomani della nomina a capo della CEI ha rilasciato una lunga intervista ad Avvenire dicendo: «La povertà è la mia maestra di vita». I giornali non ne parlano, ma il Papa sta facendo molta carità personale in giro per il mondo, proprio in aiuto ai poveri.

giovedì 6 luglio 2017

Dentro le sette evangeliche in Brasile, fra fanatismo e corruzione


Quando arrivai in Brasile, anni fa, un amico di Rio mi disse: “Le nuove Chiese pentecostali evangeliche sono state create per controllare la popolazione, i loro comportamenti, le abitudini e, soprattutto, il voto. I poteri che le hanno concepite e che le gestiscono non sono interni al Paese e la posta in gioco è alta: il petrolio e, più in generale, il ruolo geopolitico dell’America Latina”.

martedì 4 luglio 2017

Nella Siria di Assad i cristiani erano rispettati


Ma con l'arrivo dell'Isis "la comunità cristiana è passata dal 12% della popolazione di prima della guerra al 2%". E "la città è paralizzata dal punto di vista economico"

I rapporti con il governo siriano (leggasi, Assad)? "Il Governo è molto rispettoso. Siamo sempre trattati bene, abbiamo buoni rapporti". A raccontarlo, all'Eco di Bergamo, il parroco francescano di Aleppo, padre Ibrahim Alsabagh. Che, di passaggio in Lombardia, ha svelato al quotidiano orobico interessanti retroscena sulla crisi siriana. Come ad esempio il fatto che, da quando l'Isis imperversa in zona, "la comunità cristiana è passata dal 12% della popolazione di prima della guerra al 2%".

lunedì 3 luglio 2017

Una, santa, cattolica o comunista

In Cina la persecuzione contro i cristiani fedeli a Roma non si è mai fermata, si è solo fatta più sottile. Parla l’arcivescovo Savio Hon

Restare fedeli alla Chiesa cattolica e al Papa in Cina non è un pranzo di gala. Non sono più gli anni Cinquanta e Sessanta, ma la persecuzione non si è fermata, solo il governo è diventato più sottile, ha imparato a dosare bastone e carota, così da costringere quell’enorme fiume di fedeli che non volevano obbedire a una Chiesa patriottica, ma al Papa, a diventare carsico, praticando la fede in clandestinità o semi-clandestinità. E mentre il partito creava organismi statali per offrire ai cinesi un surrogato della Chiesa cattolica a cui aderire – l’Associazione patriottica (Ap) e la cosiddetta Conferenza episcopale cinese, non riconosciuta dalla Santa Sede –, le comunità sotterranee aumentavano di numero conducendo una vita parallela rispetto alla Chiesa ufficiale.

TRATTO DAL FILM: "BEN HUR" CHE INCONTRA GESU' CHE LO DISSETA (LA SUA STRAORDINARIA MISERICORDIA)

ARTICOLI PIU' VECCHI IN ORDINE CASUALE

COMMENTI RECENTI

Profezie della Madonna a Baron Renato sull'invasione dei rifugiati ai giorni nostri

ADESSO VUOL MODIFICARE PURE IL PADRE NOSTRO, COI COMPLIMENTI DI "SAN" LUTERO...