TRANSLATE THIS BLOG

martedì 31 ottobre 2017

Cosa accadrebbe se nella società venisse bandito Gesù?

Immagine tratta da una manifestazione studentesca avvenuta nel 2016 a Santiago del Cile

Le righe che seguono sono state scritte nel 1919 da un sacerdote francese, Mons. Louis Baunard (1828-1919), rettore dell'Università Cattolica di Lille. Con sguardo profetico, egli descrisse la catastrofe spirituale di lì a poco che avrebbe colpito le anime con l'avanzare del laicismo di Stato, una terribile piaga che Papa Pio XI (1857-1939) non esitò a definire nella sua Enciclica Quas primas (dell'11 dicembre 1925), sulla Regalità sociale di Cristo, «la peste della nostra età». A quasi cent'anni da questa previsione dobbiamo riconoscerne l'esattezza. Basta guardarsi attorno per constatare come l'esclusione di Gesù Cristo dall'educazione della gioventù sia la causa principale di un abbrutimento che altrimenti non potrebbe spiegarsi. Privata della grazia di Dio, la natura umana, corrotta dal peccato originale, non può produrre che frutti putridi. Il Signore, d'altronde, ci aveva già avvisato: «Senza di me non potete far nulla» (Gv15, 8).

Il segreto di Dante - e perché el papa fa orrore

La Divina Commedia “ha un evento soprannaturale alla sua origine”, una “visione reale” e diretta dell’aldilà, analoga forse alle esperienze di pre-morte di molti pazienti richiamati in vita nelle sale operatorie. E che il cristianesimo che intesse l’opera di Dante è una realtà che noi, anche noi che ci crediamo cattolici, non conosciamo più: “Il capolavoro di una civiltà sconosciuta e per noi incomprensibile”. Queste mi paiono le due affermazioni primarie di Antonio Soci nel suo libro “Amor Perduto – L’Inferno di Dante per contemporanei”, Piemme 227 pagine, 18 euro.

Son due affermazioni non solo profondamente vere; sono anche state già intraviste o anche dichiarate da personalità diverse come Dante Gabriele Rossetti, il pittore primo dei preraffaelliti, da Giovanni Pascoli, e soprattutto da Luigi Villani (Roma 1878-1931), il critico e poeta a cui dobbiamo la dimostrazione – molto convincente – che i “Fedeli d’Amore” di cui Dante era esponente e forse magister, era una confraternita segreta di stampo ghibellino, che impartiva ai suoi adepti una pratica ascetica specifica, rituali e canali di grazia con la quale ritenevano di poter giungere alla “illuminazione”, o stato ontologico di realizzazione spirituale.

lunedì 30 ottobre 2017

E' stato Israele a uccidere Kennedy? (di Henry Macow)

Donald Trump sta diffondendo i file della CIA sull'assassinio di JFK, come richiesto da una risoluzione del Congresso nel 1992.

Dubito che le nuove informazioni incriminino i veri autori. Ma questa è una buona occasione per rivedere il libro "Final Judgment" (2004) di Michael Collins Piper (1960-2015) il quale crede che sia stato Israele ad assassinare JFK per averle ostacolato l'acquisizione di armi nucleari.

Se fosse vero, il governo israeliano è responsabile dei due eventi politici più formativi di tutta la mia vita, l'assassinio di JFK e l'11 settembre. Naturalmente, ci sono stati molti complici nell'assassinio e nella copertura come la LBJ, la CIA, l'FBI, la Mafia, gli anticastristi cubani e l'intero Stabilimento Politico Statunitense.

Edward Hendrie: "Piper si toglie la benda e attacca la coda all'asino" 

Gesù travestito da Lady Gaga per "gioco"

In rete la blasfemia tocca l'apice. E Gesù crocifisso viene oltraggiato da un "gioco", si chiama "Jeus dess up" e con un clic è possibile travestire Cristo da Lady Gaga

Aggiungi qualche accessorio. C’è l’imbarazzo della scelta. La “classica” corona di spine ma anche collane hawaiane, slip tigrati e le pinne da sub. Una volta fatto, si può ricominciare da capo. All’infinito, per ogni stagione e ogni occasione.

Omelia fotocopia per sacerdoti standard


Indipendentemente dalle letture, ricorre spesso il mantra ''Dio ti ama così come sei'', eppure le cose non stanno proprio così...

Da un po' di tempo noto che gran parte delle omelie che ascolto la domenica durante la Messa dicono sempre la stessa cosa. Qualsiasi siano le letture da commentare, come un singolare mantra ripetono lo stesso concetto che possiamo riassumere in questa frase: Dio ti ama così come sei.

sabato 28 ottobre 2017

Peccare contro lo Spirito Santo


Gesù disse: "In verità vi dico: ai figli degli uomini saranno perdonati tutti i peccati e qualunque bestemmia avranno proferita; ma chiunque avrà bestemmiato contro lo Spirito Santo, non ha perdono in eterno, ma è reo di un peccato eterno." (Marco 3,28-29)

Il peccato imperdonabile è dunque quello di bestemmiare contro lo Spirito Santo. Ma questo cosa significa?

Preghiera di conversione per i massoni

Recitate questa preghiera per la conversione dei massoni

Signore Gesù Cristo, che manifesti la Tua onnipotenza soprattutto nel perdonare i peccatori, e che hai detto: «Pregate per coloro che vi perseguitano e vi calunniano», imploriamo la clemenza del Tuo sacratissimo Cuore per quelle anime, create a immagine di Dio, che sono state miserabilmente ingannate dalle perfide seduzioni della Massoneria, e che così corrono alla loro eterna perdizione. Non permettere, ti scongiuriamo, che la Chiesa, Tua Sposa santissima, sia ancora a lungo oppressa da essi, ma placato dall’intercessione della Tua Madre, la Beata Vergine Maria, e dalla preghiera dei giusti, ricordaTi della tua infinita misericordia. Dimentica la loro perversità e fai che, tornando a Te, consolino la Chiesa con una strepitosa penitenza, e ottengano la gloria eterna. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

Nel nome del Padre, del Figlio, e dello Spirito Santo, Amen.

Trieste, intervista agli immigrati. Il preside: "Era un compito facoltativo"


Salvini: "Ma che cos'hanno nel cervello certi professori? Dessero come compito quello di intervistare i propri nonni..."

Si chiude il cerchio del caso denunciato da Deborah Clari, madre di una 13enne dell'Istituto Roli di Trieste, dopo che una maestra radical-chic aveva chiesto ai bambini, come compito, di intervistare gli immigrati. Il preside si smarca e dice che il compito era "facoltativo". Ricordo quando il sottoscritto, che è maestro, frequentava le Magistrali a Milano e l'insegnante di ginnastica ci disse: "State attenti a quello che insegnerete ai bambini. Perché se dite loro di buttarsi dalla finestra, lo faranno".

venerdì 27 ottobre 2017

Francia. Il Consiglio di Stato francese: via la croce dal monumento a Wojtyla


Secondo il massimo tribunale amministrativo francese la croce viola la legge del 1905 sulla separazione fra Stato e Chiesa. Accade a Ploermel, in Bretagna.

Dovrà essere rimossa la croce che sovrasta il monumento eretto alla memoria di San Giovanni Paolo II in una cittadina della Bretagna. Lo ha stabilito oggi il Consiglio di Stato, massimo tribunale amministrativo francese, spiegando che la croce viola la legge del 1905 sulla separazione fra Stato e Chiesa.

I poco conosciuti martiri di Otranto


Su segnalazione di un fratello cattolico, sperando di fare cosa gradita anche a tutti i lettori, vorrei rendere giustizia e onorata memoria a dei martiri per il loro sacrificio a difesa della loro fede cristiano-cattolica, un pezzo di storia italiana cristiana. 

Le tv e i media sotto il controllo delle massonerie ebraiche, pare abbiano solo a cuore il martellarci infinitamente la coscienza su Anna Frank, le Shoah e le persecuzioni naziste, ma io invece sorvolo questi soliti martellamenti mediatici psico-politici che sanno più di ricatti morali, e renderò quindi nota una storia di persecuzione cristiana poco conosciuta in altre regioni d'Italia, la storia dei Martiri di Otranto, caduti sotto il taglio delle scimitarre ottomane guidate dall'abile e crudele Maometto II, volto alla realizzazione espansionistica del grande impero ottomano volendo allargare i suoi confini fino in Europa e in Italia.

mercoledì 25 ottobre 2017

La Madonna del Rosario e la Battaglia di Lepanto


Nel 1212 san Domenico di Guzman, durante la sua permanenza a Tolosa, vide la Vergine Maria che gli consegnò il Rosario, come risposta ad una sua preghiera, a Lei rivolta, per sapere come combattere l'eresia albigese. 

Fu così che il Santo Rosario divenne l'orazione più diffusa per contrastare le eresie e fu l'arma determinante per vincere i musulmani a Lepanto. Come già per Poitiers (ottobre 732) e poi sarà per Vienna (settembre 1683), la battaglia di Lepanto fu fondamentale per arrestare l'avanzata dei musulmani in Europa. E tutte e tre le vittorie vennero imputate, oltre al valore dei combattenti, anche e soprattutto all'intervento divino.

martedì 24 ottobre 2017

Sesso, l'allarme degli esperti: boom di malattie come la sifilide


Le Malattie sessualmente trasmesse (Mst) sono sempre più diffuse. Riemergono patologie che prima sembravano scomparse. In primis la sifilide che in Italia è cresciuta di oltre il 400 per cento dal 2000, ma anche la gonorrea che ha visto quasi raddoppiare i casi in Europa tra il 2008 al 2013. L'allarme è stato lanciato dall'Associazione dermatologi ospedalieri (Adoi), in corso a Roma. "In Europa, dalla metà degli anni '90 alcune Mst hanno trovato terreno fertile per espandersi dopo un decennio di declino dei trend epidemiologici, soprattutto nelle grandi metropoli e in alcuni gruppi di popolazione maggiormente a rischio (per esempio, i maschi omosessuali)", spiega Antonio Cristaudo, presidente del congresso dell'Adoi.

Le folli affermazioni pro-testanti di Mons Galantino e le sante confutazioni del cardinale Müller



Mons. Nunzio Galantino, segretario generale della CEI (Conferenza Episcopale Italiana) in occasione del cinquecentenario della Riforma Protestante ha esaltato Martin Lutero, lo storico frate agostiniano eresiarca, padre della Riforma condannato dalla Chiesa Cattolica Apostolica Romana. 

Ecco cosa afferma Mons. Galantino in merito, al FarodiRoma.it:

lunedì 23 ottobre 2017

I missionari, eroi anonimi che portano Cristo nel mondo


I missionari “sono eroi anonimi, sono esseri umani scelti per sopportare le difficoltà. Coraggiosi e figli obbedienti, dotati di pazienza e forza. Benevoli verso le debolezze. Esempi di resistenza morale. Grazie a tutti i missionari per averci insegnato, con le loro opere, che un atto d'amore apparentemente insignificante può abbracciare l'umanità ferita”: così ha detto ieri, 11 ottobre, nella Cattedrale di Santiago di Compostela, la cantante spagnola Luz Casal, leggendo, a nome di tutta la Chiesa spagnola, l'annuncio del “Domund” (Giornata Missionaria Mondiale), e offrendo ai presenti la sua testimonianza, in un evento presieduto dall'Arcivescovo della diocesi, mons. Julián Barrio.

Giovanni Paolo II: I santi degli ultimi tempi saranno formati da Maria, per portare nella Chiesa la vittoria sulle forze del male



Centosessant’anni or sono veniva resa pubblica un’opera destinata a diventare un classico della spiritualità mariana. San Luigi Maria Grignion de Montfort compose il Trattato della vera devozione alla Santa Vergine agli inizi del 1700, ma il manoscritto rimase praticamente sconosciuto per oltre un secolo. Quando finalmente, quasi per caso, nel 1842 fu scoperto e nel 1843 pubblicato, ebbe un immediato successo, rivelandosi un’opera di straordinaria efficacia nella diffusione della “vera devozione” alla Vergine Santissima. Io stesso, negli anni della mia giovinezza, trassi un grande aiuto dalla lettura di questo libro... [...]

domenica 22 ottobre 2017

Fatima: cento anni dopo


Siamo arrivati finalmente al 13 ottobre 2017: il centesimo anniversario della sesta e più famosa apparizione della Madonna a Fatima; il centesimo anniversario del promesso prodigio, il Miracolo del Sole.

Fu durante l’apparizione di ottobre 1917 che la beata Vergine Maria si identificò (come promesso) come Madonna del Rosario. Chiese ai pastorelli – e a tutti noi – di pregare tutti i giorni il Rosario, di cambiare la nostra vita e di smettere di offendere Dio. La Regina del Cielo non solo è venuta come Madonna del Rosario, ma è anche apparsa come Madonna Addolorata e Nostra Signora del Monte Carmelo (ricordando la condizione indispensabile di indossare lo Scapolare Marrone come parte del vivere il completo Messaggio di Fatima). Anche Nostro Signore e San Giuseppe sono apparsi in questa occasione.

Rendete dunque a cesare quello che è di Cesare


Nessun avvenimento della storia sfugge alla Provvidenza di Dio. Così nella prima lettura di oggi (domenica 22 ottobre 2017) vediamo come Ciro, fondatore dell'Impero persiano, pur non conoscendo il vero Dio, fu uno strumento nelle mani di Dio e servì ai suoi benevoli disegni. Ciro infatti ordinò il ritorno degli Ebrei da Babilonia e la ricostruzione del Tempio a Gerusalemme. Per bocca del profeta Isaia, Dio disse: «Per amore di Giacobbe, mio servo, e d'Israele, mio eletto, io ti ho chiamato per nome, ti ho dato un titolo, sebbene tu non mi conosca [...] Ti renderò pronto all'azione, anche se tu non mi conosci» (Is 45,4-5). Da queste parole comprendiamo come sia stato Dio stesso a dare un titolo a Ciro (cf Is 45,4), cioè a conferire a lui il potere, proprio in vista del ritorno degli Ebrei dall'esilio di Babilonia. Gesù stesso disse a Pilato che nessuno esercita un potere se questo non gli è dato dall'alto (cf Gv 19,11).

venerdì 20 ottobre 2017

La rivoluzione: una bestia senza padrone


Tutte le rivoluzioni sono susseguite dalla violenza. Quando si raggiunge un'impasse tra il vecchio ordine e il nuovo emergente, sempre la violenza fa il suo seguito. La discussione, il compromesso e la riforma vengono considerati impossibili: le differenze rappresentate da entrambe le parti sono troppo radicali. La distruzione del nemico viene quindi vista come l'unica via per la risoluzione.

Vescovo: Ius Soli sciagurato, islamiche incinte verranno quì a partorire


Monsignor Ignazio Zambito, vescovo emerito di Patti, diocesi siciliana, si schiera, duramente, contro la famigerata legge sullo Ius Soli: “È inopportuna anche per il momento in cui viene proposta. Ci sono cose molto più urgenti. La reputo una scelta sciagurata. Non possiamo regalare la cittadinanza che, invece, si guadagna, si merita, si ottiene con fatica, sposando totalmente e per davvero i principi, le regole e le leggi del Paese che ospita. Oggi mi pare che questo non avvenga”.

giovedì 19 ottobre 2017

Gli ortodossi russi celebrano Benedetto XVI: “Fermo oppositore di ogni compromesso sulla fede”


Il Patriarcato di Mosca pubblica le opere del Papa emerito. Il metropolita Hilarion: “Ratzinger si oppone alla tendenza creativa superficiale che mostra oggi il cristianesimo in occidente. A lui è legata la battaglia per la difesa dei valori cristiani”

Roma. Il metropolita di Volokolamsk, Hilarion, si è recato personalmente al monastero Mater Ecclesiae, in Vaticano, per consegnare a Benedetto XVI una copia del volume “Teologia della liturgia. La fondazione sacramentale dell’esistenza cristiana”, tradotto in russo e pubblicato dalle edizioni del Patriarcato di Mosca. Si tratta del volume XI dell’Opera omnia di Joseph Ratzinger. La prefazione è curata dallo stesso Hilarion, che scrive: “Al nome di Papa Benedetto XVI è legata la battaglia per la difesa dei valori cristiani tradizionali e, a un tempo, quella per la riscoperta e la riaffermazione della loro attualità nella moderna società secolarizzata”.

Fa recitare l'Ave Maria durante la sua lezione: l'Università attacca la docente


Aveva fatto celebrare la preghiera agli studenti in occasione del centenario dell'apparizione della Madonna di Fatima, ma il Rettore ed un'associazione studentesca la sconfessano

Il 13 ottobre scorso la professoressa Clara Ferranti, ricercatrice di Glottologia e Linguistica al Dipartimento di Studi Umanistici dell'Università di Macerata, fa lezione ad un centinaio di studenti di Lingue e Lettere: alle 17:30 in punto si interrompe e li invita a recitare l'Ave Maria, una "preghiera per la pace" che a quel giorno e a quell'ora, nel centenario dell'apparizione della Madonna di Fatima, si tiene in varie parti d'Italia.

mercoledì 18 ottobre 2017

In Nigeria si ripete il miracolo del sole nel centenario di Fatima


Riporto il filmato del miracolo del sole avvenuto a Benin City in Nigeria il 13 ottobre 2017, davanti a una folla di fedeli e a tutti i vescovi della conferenza episcopale presenti all'evento. Poco dopo la messa e la consacrazione della Nigeria al Cuore Immacolato di Maria il sole si sarebbe messo a pulsare e non è stato un semplice effetto ottico di una fotocamera digitale come asseriscono profani e detrattori. Dopo 100 anni dalle apparizioni il miracolo del sole si ripete! La conferenza episcopale della Nigeria ne ha dato conferma.

La chiesa dell'uomo e i piani di satana contro Famiglia e Verità (video)


Parroco sfida Bergoglio: “Prima gli italiani”


«Come parroci, forse è bene che entriamo nelle dinamiche di chi non ha voce, di chi ha bisogno, delle famiglie che non riescono ad arrivare a fine mese. Non possiamo buttare nel cestino la nostra storia e le nostre tradizioni. Non possiamo farci calpestare. La carità vera si fa in casa, guardando alle nostre famiglie e ai nostri giovani».

Le parole di don Luca Pastore, parroco della Val Soana (Ingria, Ronco e Valprato) e di Spineto, la popolata frazione di Castellamonte, sono state accolte da una standing ovation al convegno sull’emergenza immigrazione organizzato dalla Lega di Canavese.

domenica 15 ottobre 2017

Il caso padre Gabriele, il vescovo scomunicato che intercede per le guarigioni e le possessioni


Padre Gabriele, ex vescovo ortodosso e oggi vescovo cattolico scomunicato dalla diocesi di Asti. Personaggio controverso, dice di condurre la gente a Cristo e alla chiesa cattolica. Nei suoi gruppi di preghiera avvengono guarigioni e liberazioni dal demonio e il fenomeno dello “slain in the spirit” cioè il riposo nello Spirito Santo. Siamo di fronte al solito truffatore in abiti sacri, giovane, bello, arrogante, dalla parlantina facile che vuole gestire a modo suo una comunità religiosa per interessi personali, o è il tipico santo ministro di Dio messo al bando e perseguitato dalla chiesa cattolica post-conciliare?

sabato 14 ottobre 2017

"Perché molti sono chiamati, ma pochi eletti"


Nella parabola del Vangelo di oggi (15/10/2017), il regno dei cieli è paragonato ad un banchetto di nozze. Già nella prima lettura il profeta Isaia annunciava la salvezza di Dio adoperando la stessa immagine del convito, al quale tutti i popoli sono invitati. Questo banchetto è simbolo della redenzione offerta da Dio a tutte le nazioni. Allora il Signore «eliminerà la morte per sempre e asciugherà le lacrime su ogni volto» (Is 25,8).

Non di soli ponti vive l'uomo. Polonia, un muro di preghiera che richiama il mondo e l'Italia


«Il muro di preghiera richiama il mondo e l'Italia così» di Benedetta Frigerio, da La Nuova Bussola Quotidiana

Se avevano ragione a credere che solo la preghiera di un popolo lo può salvare, più di ogni strategia umana, di ogni apertura dimentica delle proprie identità, più di ogni facile irenismo che cancella le differenze, prima o poi lo vedremo. Perché se la preghiera, per chi come loro crede davvero nelle parole di Gesù, è il più grande atto di realismo e di azione efficace e concreta, presto o tardi, non si potranno non notarne gli effetti. Infatti, dice Gesù nel Vangelo: “Ebbene, io vi dico: chiedete e vi sarà dato, cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto. Perché chiunque chiede riceve e chi cerca trova e a chi bussa sarà aperto. Quale padre tra voi, se il figlio gli chiede un pesce, gli darà una serpe al posto del pesce? O se gli chiede un uovo, gli darà uno scorpione? Se voi dunque, che siete cattivi, sapete dare cose buone ai vostri figli, quanto più il Padre vostro del cielo darà lo Spirito Santo a quelli che glielo chiedono!”. Figurasi se a chiederglielo è una nazione intera che ha conservato la fede.

Ratzinger sui vincoli del potere di una papa: «non può fare ciò che vuole...». e cita il matrimonio indissolubile


Tratto da «Dio e il mondo» di Joseph Ratzinger (San Paolo), pagg. 345-346.

«Il papa non è il signore supremo – dall'epoca di Gregorio Magno ha assunto il titolo di “servo dei servi di Dio” – ma dovrebbe essere, amo dire, il garante dell’ubbidienza, della conformità della Chiesa alla volontà di Dio, escludendo ogni arbitrio da parte sua. Il papa non può dire: la Chiesa sono io, oppure: la tradizione sono io, ma al contrario ha precisi vincoli, incarna l’obbligo della Chiesa a conformarsi alla Parola di Dio. Se nella Chiesa sorgono tentazioni a fare diversamente, a scegliere la via più comoda, deve chiedersi se ciò è lecito.

Cinquantesimo anniversario di Che Guevara, il sanguinario ''eroe'' della sinistra


Propagandava l'odio come fattore di lotta per trasformare l'uomo in una reale, violenta, selettiva e fredda macchina per uccidere

"Martire", "combattente", "poeta". Nel 50mo anniversario della morte di Che Guevara, ieri, se n'è sentite di tutte, in ogni servizio televisivo e giornalistico, sulle Tv nazionali. Al massimo si aggiunge "chiaroscuro" per definire il suo curriculum. Tutt'al più: "controverso", giusto per apparire imparziali. Ma Che Guevara, a mezzo secolo dalla sua uccisione, pare essere stato un misto fra Garibaldi (per chi ama il genere) e Madre Teresa («Credo in una sola Chiesa, che va da Che Guevara a Madre Teresa» cantava Jovanotti). Eppure del Che si sa tutto, ormai. I suoi crimini sono noti. La lista è lunga. Perché il mito continua?

giovedì 12 ottobre 2017

Il Santo Volto di Gesù nella Sacra Sindone di Torino. Il Suo Unico Vero Volto


Nel 1978, alcuni esperti della NASA sottoposero la Sacra Sindone di Torino ad analisi minuziose. Il tecnico che aveva fotografato il Santo Volto di Gesù da ateo qual era, divenne credente. Infatti, mentre eseguiva una serie di trattamenti fotografici, al settimo "trattamento", Gesù si mostrò con gli occhi aperti, che invece sono chiusi sulla Sacra Sindone

mercoledì 11 ottobre 2017

La fedeltà è tipica delle persone più intelligenti


Un neuroscienziato afferma che “l'amore eterno è una danza infinita di neuroni tra due persone intelligenti”

Rodolfo Llinás è un neuroscienziato colombiano che ha dedicato la maggior parte della sua vita allo studio del cervello. Ha diretto il programma NEUROLAB della NASA, e attualmente è direttore del dipartimento di Psicologia e Neuroscienza dell’Università di New York. Qualche tempo fa ha concesso un’intervista nella quale ha sorpreso per la mappa che ha tracciato relativamente ai concetti di fedeltà, amore e felicità.

martedì 10 ottobre 2017

L'esemplare caso di Marco Predolin


Il Grande Fratello Vip, la trasmissione in assoluto più oscena dell'anno, ci fornisce un'occasione in più di riflessione su un tema: è ormai vietato per chi lavora in televisione avere opinioni che non siano vidimate dalla mafia Lgbt che domina i palinsesti nei programmi di informazione come in quelli di intrattenimento, nelle reti del servizio pubblico radiotelevisivo come in quelle di proprietà berlusconiana.

lunedì 9 ottobre 2017

Di fronte alle ingiustizie gli italiani dimostrano di non essere un popolo unito: denunciano ma concretamente subiscono e si sottomettono

Magdi Cristiano Allam: "Di fronte alle ingiustizie gli italiani dimostrano di non essere un popolo unito: denunciano ma concretamente subiscono e si sottomettono."
(Il Giornale, 8 ottobre 2017) – Come mai gli italiani non si ribellano alle ingiustizie come fanno altri popoli? È una domanda che molti di noi si pongono. Se gli stranieri sui mezzi di trasporto pubblici si rifiutano di pagare il biglietto e peggio ancora aggrediscono fisicamente il controllore, tutti noi denunciamo totalmente indignati, ma poi concretamente li si lascia fare e alla fine siamo solo noi italiani ad essere tenuti a pagare il biglietto. Se nelle nostre città talune vie, parchi, piazze o quartieri diventano pericolosi per la presenza di delinquenti comuni, spacciatori di droga, sfaccendati che molestano donne e bambini aspirando a violentarli sessualmente, noi denunciamo massimamente preoccupati ma poi concretamente finiamo per non frequentare più quegli spazi pubblici che, di fatto, diventano delle roccaforti della criminalità.

Un fatto spaventoso scuoterà la Chiesa


​Riporto il messaggio n° 4.534 di Nostra Signora Regina della Pace di Anguera, trasmesso il 03/10/2017
"Cari figli, coraggio. Non perdetevi d’animo. Non incrociate le braccia. Questo è il tempo opportuno per la vostra testimonianza sincera e coraggiosa. Dio si aspetta molto da voi. Aprite i vostri cuori e accettate la Volontà del Signore per le vostre vite. Non vengo dal Cielo per obbligarvi. Siete liberi, ma non permettete che la vostra libertà vi allontani dal cammino della salvezza.

domenica 8 ottobre 2017

«Avranno rispetto per mio figlio» (Mt 21,33-43)


Nella prima lettura di oggi (8 ottobre 2017), il profeta Isaia canta l'amore e la fedeltà di Dio, adoperando la bella immagine della vigna, che esprime molto bene la cura e la sollecitudine che Dio ha sempre avuto per il suo popolo. 

Il Signore aveva dissodato la sua vigna, l'aveva sgombrata dai sassi e vi aveva piantato viti pregiate, aspettando che essa producesse dei frutti rigogliosi. Purtroppo, la vigna tanto curata dal Signore diede solo degli acini acerbi. Per questo motivo, il Signore disse: «Toglierò la sua siepe e si trasformerà in pascolo: demolirò il suo muro di cinta e verrà calpestata. La renderò un deserto [...]» (Is 5,5-6).

sabato 7 ottobre 2017

Rivelazione di Gesù Cristo a un sacerdote colombiano, sull’Anticristo, la Terza Guerra Mondiale, i Tre Giorni di Buio, la Parusia e il Ritorno vittorioso di Cristo Re

“Se Dio lascierà che scoppi una Terza Guerra Mondiale, sarà perché si compia il Suo Piano di salvezza, cioè, il Suo Piano di intervento per ridirigere la Sua Creazione.” 

Questi sono gli impressionanti messaggi di Cristo dati a un sacerdote cattolico colombiano, padre Raul Lopez (nella foto in alto) attorno al 2011. che in occasione di un ricovero ospedaliero a causa di una banale appendicite, gli fu mostrato in visione tutta una sequenza di drammatici eventi mondiali descritti nel libro di Apocalisse. Dapprima, vide la venuta dell'Anticristo e di seguito la "pulizia che Dio fará nella Chiesa Cattolica", la "Terza Guerra Mondiale" e dopo di essa i “Tre Giorni di Buio” che culmineranno col vittorioso "ritorno di Gesù Cristo" e il "rinnovo della Terra", che Gesù chiama in Apocalisse la "nuova creazione". 

Il testo che seguirà é la sintesi di ciò che padre Raul Lopez narra in un colloquio avuto con un noto giornalista colombiano, Rafael Arango, riguardo alla sua visione dell'incontro col Signore.

mercoledì 4 ottobre 2017

Perché nel 2019 esploderà una nuova crisi in Europa

Una nuova crisi in Europa orientale? Probabilmente nel 2019. È questo che prevede l’analisi del think-tank americano The National Interest, che rivela come tra un anno e mezzo la Russia potrebbe chiudere definitivamente il passaggio di idrocarburi attraverso l’Ucraina, attivando una crisi senza precedenti sia a livello economico che politico nel sistema euro-atlantico. 

La frattura fra Ucraina e Russia esplosa simbolicamente in piazza Maidan è stata per troppo tempo considerata una frattura politica e non economica. In sostanza, si è superficialmente ritenuto che il fatto che Kiev abbandonasse Mosca sul piano politico aprendosi all’Occidente, non avrebbe comportato un problema fondamentale di ordine economico nella rottura delle relazioni bilaterali fra i due Stati. Il tutto si fonda sostanzialmente su una lettura ormai datata delle necessità economiche russe, che fino agli anni Novanta del secolo scorso si basavano effettivamente sul mantenimento della precedente rete infrastrutturale sovietica. Era dunque ritenuto abbastanza ragionevole ritenere che la neonata Federazione Russa dovesse in qualche modo forzatamente mantenere i legami economici con gli Stati satellite, a prescindere dal loro orientamento politico in campo internazionale. L’Ucraina, per esempio, comprava a prezzi molto più bassi di quelli di mercato il gas russo, consapevole che la Russia avesse necessità di mantenere il blocco dell’ex-Urss anche per garantirsi una certa forza.

Gran Bretagna, non si dirà più “prima e dopo Cristo”


Sembra di leggere 1984 di George Orwell, dove alcune parole erano vietate nella neolingua. Tutto doveva essere pensato (e detto) secondo i rigidi canoni del Grande Fratello. Guai a immaginare qualcosa fuori dagli schemi. Peggio ancora dirlo. 

E così in molte scuole del Sussex e dell’Essex la sigla tradizionale del calendario gregoriano (a.C. e d.C.) verranno sostituite con B.c.e.” “C.e., ovvero Prima dell’era comune ed Era comune. L’obiettivo è quello di compiacere il novello Grande Fratello, ovvero il politicamente corretto. Nel nuovo programma per le scuole, come riporta il Daily Mail, si legge: “B.c.e. e C.e. verranno da oggi utilizzati per mostrare sensibilità nei confronti di coloro che non sono cristiani”.

Ecco come Benedetto XVI ha spiegato e confutato (in anticipo) certe idee

(Nella foto Bergoglio nell’Aula Paolo VI, in Vaticano, con una terrificante statua di Lutero che hanno portato dalla Germania)

Mentre ormai ogni giorno ci arrivano notizie surreali – l’ultima è la celebrazione di Lutero sui foglietti della Messa (QUI) – ci si chiede cosa sta accadendo nella Chiesa.

Molti vorrebbero capire che concezione abbia, Bergoglio, della Chiesa, della liturgia, dei sacramenti.

Vorrebbero comprendere quale filo rosso unisca le innovazioni “rivoluzionarie” dell’Amoris laetitia sulla comunione ai divorziati risposati con la celebrazione di Lutero, con il banchetto fatto nella Basilica di san Petronio e con tante altre trovate bergogliane (compreso il fatto che non si inginocchia davanti al tabernacolo e all’Eucaristia)…

Catalogna, il referendum può sancire la morte dell'euro: il report degli analisti finanziari


Il referendum per l'autonomia della Catalogna rischia di minacciare il futuro dell'euro e dei Paesi dell'eurozona. Dal punto di vista meramente economico, gli analisti di Goldman Sachs prevedono danni su entrambi i fronti, sia quello catalano che quello europeo. Anzi, un eventuale processo innescato nel resto di Europa di frammentazione dei Paesi membri non potrà che decretare la fine certa della moneta unica.

martedì 3 ottobre 2017

Ecco come Sant’Atanasio ha salvato la nostra Fede Cristiana


La storia di Sant’Atanasio dovrebbe essere un simbolo della cristianità intera eppure spesso viene ignorata anche dai ministri della fede. Questo Vescovo visse in un periodo in cui la dottrina originale, quella ortodossa, rischiava di scomparire in favore dell’arianesimo e quindi del culto della razza umana.

La spinta verso la negazione di Cristo era tale che la verità cristiana rischiava di scomparire per sempre, celebre la frase di San Girolamo che dice: “E il mondo, sgomento, si ritrovo ad essere ariano”. L’influenza di Sant’Atanasio in questo periodo storico fu tale che per secoli la diatriba tra i fedeli era tra chi era in favore di questo e di chi era invece contro di lui.

lunedì 2 ottobre 2017

SI intensifica la "Reductio ad Hitlerum" (di Maurizio Blondet)


Sapete chi sta istigando la secessione della Catalogna? Chi s’ingerisce delle questioni della Spagna per destabilizzare l’intera Unione Europea?

Ma Vladimir Putin, ovviamente. Ve lo conferma David Alandete. Che non è un blogger ignoto, ma un direttore editoriale del maggior quotidiano progressista ispanico, El Pais, l’equivalente del nostro La Repubblica. Lo fa sul sito online, a dire il vero, non sul cartaceo. Ha cominciato il 22: a sostenere l’indipendentismo catalano, ha scritto, “c’è la stessa macchina di notizie false di cui la Russia s’è servita per indebolire gli Stati Uniti e l’Unione Europea – essa dispiega tutta la sua potenza in Catalogna, secondo le analisi dettagliate dei siti pro-russi e dei profili Facebook condotte da questo giornale. Dopo le campagne occulte a favore del Brexit, di Marine Le Pen e dell’ultradestra tedesca, il Cremlino ha visto nell’indipendentismo catalano un’altra opportunità di allargare le fratture europee e consolidare la sua influenza internazionale. Si vale di pagine web che pubblicano voci, di attivisti come Julian Assange, di una legione di robots digitali e milioni di pagine automatiche sui media sociali per assicurare che le menzogne siano condivise milioni di volte su Internet”. Fra i complici di Putin Alandete addita “Justin Raimondo, director del sitio web AntiWar y activista antiglobalización”, ma soprattutto – gravissimo indizio – “che ha appoggiato Trump”. La prova sta nel fatto che ha pubblicato un articolo che si domandava: “Catalogna: una piazza Tiananmen spagnola?”.

TRATTO DAL FILM: "BEN HUR" CHE INCONTRA GESU' CHE LO DISSETA (LA SUA STRAORDINARIA MISERICORDIA)

ARTICOLI PIU' VECCHI IN ORDINE CASUALE

COMMENTI RECENTI

Profezie della Madonna a Baron Renato sull'invasione dei rifugiati ai giorni nostri

ADESSO VUOL MODIFICARE PURE IL PADRE NOSTRO, COI COMPLIMENTI DI "SAN" LUTERO...