TRANSLATE THIS BLOG

giovedì 28 dicembre 2017

La Bibbia era vietata ai cristiani? Una bufala!


La Chiesa Cattolica ha sempre incoraggiato le anime pie e devote alla lettura e alla meditazione del Vangelo e della Bibbia ma ha sempre sospettato che la lettura delle Sacre Scritture fosse poco utile agli spiriti increduli, superstiziosi, ignoranti o instabili (Matteo 7,6; Tito 3,10-11; 2 Pietro 3,16). Ciò che la Chiesa ha con forza affermato nel passato è che la lettura della Bibbia non è strettamente necessaria per tutti né è sempre conveniente per le persone impreparate o caratterialmente volubili, visto che queste persone sono più facilmente esposte al rischio di fraintendere le Scritture, travisandone il significato e scivolando nel dubbio o nell’eresia. Nessuna madre amorevole vieterebbe un cibo salutare ai propri figli, a meno che i figli non ne abusassero e ne facessero scempio. È pertanto comprensibile come in tempi di ignoranza, di eresie e di scismi la Chiesa possa aver limitato, controllato e vietato la lettura di bibbie sospette, senza note, senza approvazione ufficiale, edite da stamperie anonime, in lingua volgare o in dialetto. In tempi di grave apostasia o di preoccupante superstizione può essere stato anche salutare controllare la diffusione delle Sacre Scritture, visto l’uso perverso che ne veniva fatto dagli eretici, dagli indovini e dai nemici della Chiesa [1].

domenica 24 dicembre 2017

W il Natale e lo "spreco" dei pranzi natalizi


Il Natale cristiano è da sempre legato all'idea del dono e all'abbondanza, della festa insieme, anche a tavola... come voleva San Francesco (di Antonio Socci)

Ogni anno a Natale arrivano sermoncini moralistici che deprecano il famigerato "Natale consumistico" e lanciano anatemi contro i regali o rappresentano come colpevole spreco l'abbondanza dei pranzi natalizi. [...]

Pensieri superficiali che non trovano riscontro nella grande letteratura spirituale sul Natale di Gesù.

venerdì 22 dicembre 2017

Medjugorje, è stato autorizzato il culto ufficiale! Parla l’inviato del Papa


Il culto di Medjugorje è autorizzato. Non è proibito e non deve svolgersi di soppiatto. La mia missione consiste precisamente nell’analizzare la situazione pastorale e nel proporre delle migliorie”, afferma mons. Henryk Hoser, arcivescovo di Varsavia-Praga in Polonia, inviato speciale di Papa Francesco per la pastorale del santuario di Medjugorje, in Bosnia-Herzegovina, luogo di presunte apparizioni mariane che dal 1981 attira milioni di persone.

domenica 17 dicembre 2017

Il giorno sorprendente in cui il diavolo lodò l'immacolata concezione di Maria


8 dicembre 1854: papa Pio IX promulgò il dogma dell’Immacolata Concezione di Maria.

25 marzo 1858: nella festa dell’Incarnazione del Verbo, la Santissima Vergine apparve a Lourdes a Santa Bernadette e confermò il dogma dicendo: “Sono l’Immacolata Concezione”.

"Rendete diritta la via del Signore" Gv 1,6-8.19-28


Possiamo riassumere in tre parole l'insegnamento delle letture di oggi: luce, gioia e umiltà.

1) LUCE

Prima di tutto, questa terza domenica d'Avvento ci presenta la luminosa figura di san Giovanni Battista, il Precursore del Signore. Di lui l'evangelista Giovanni dice che «non era lui la luce, ma doveva dare testimonianza alla luce» (Gv 1,8). In un altro passo di questo Vangelo, Gesù afferma che il Battista «era una lampada che arde e risplende» (Gv 5,35).

sabato 16 dicembre 2017

L'albero di Natale è cattolico, non può annacquare la fede


Addobbare l’albero di Natale è un segno di profonda devozione cattolica. Gli alberi sacri o magici erano certamente diffusi nella religiosità dei popoli precristiani, così come in parte lo era anche l’usanza di ornare le abitazioni con fronde di conifere, ma non è vero che la Chiesa - qui come in altri casi - abbia “subaffittato” i culti pagani.

Trump rimette Gesù al suo posto


Si torna a celebrare il Natale alla Casa Bianca (inoltre Trump impone al Senato un taglio sulle tasse per 1500 miliardi e finalmente vengono davvero avvantaggiate le famiglie ''roccia su cui poggia la nazione'' tra l'altro favorendo chi fa home schooling)

Jesus Christ is comin' to town. La versione di quest'anno del classico swing natalizio composto nel 1932 da Haven Gillespie e J. Fred Coots è finalmente questa. Lo sfratto imposto per otto anni da Barack Obama è finito e Gesù Bambino nascerà ancora una volta nella mangiatoia anche alla Casa Bianca.

domenica 10 dicembre 2017

Ma sulla missione e l'evangelizzazione bisogna ascoltare Gesù (e la chiesa di sempre) o le "novità" di Bergoglio?

Durante la conferenza stampa aerea di ritorno dal Bangladesh, il 2 dicembre, (vedi QUI e il Post Scriptum di Sandro Magister QUI ) la giornalista francese Etienne Loraillère ha posto questa domanda a Bergoglio: “Qual è la sua priorità: evangelizzare o dialogare per la pace?”.

La risposta di Bergoglio – dopo una sequela di assurdità inconcepibili – alla fine arriva in questi termini inauditi:

La sua domanda: cosa è prioritario, la pace o la conversione? Ma quando si vive con testimonianza e rispetto, si fa la pace. La pace incomincia a rompersi in questo campo quando incomincia il proselitismo, e ci sono tanti tipi di proselitismo, ma questo non è evangelico”.

"Preparate la via del Signore, raddrizzate i suoi sentieri" (Mc 1,1-8)



In questa seconda domenica d'Avvento siamo invitati a preparare le vie per il Signore che deve venire. Il profeta Isaia grida: «Nel deserto preparate la via al Signore, spianate nella steppa la strada per il nostro Dio. Ogni valle sia innalzata, ogni monte e ogni colle siano abbassati» (Is 40,3-4). Queste parole erano dirette al popolo d'Israele e preannunziavano il suo ritorno dall'esilio. Inoltre, queste parole sono rivolte anche a noi e si riferiscono alla liberazione dalla schiavitù del peccato. È Lui, il nostro Salvatore, «che fa pascolare il gregge e con il suo braccio lo raduna; porta gli agnellini sul seno, e conduce dolcemente le pecore madri» (Is 40,11). Gesù è questo Buon Pastore che ama le sue pecorelle fino a dare la vita per loro.

sabato 9 dicembre 2017

Quello che le tv non hanno ancora detto sul principe inglese Harry e la fidanzata cattolica (divorziata)


Il secondo figlio di Carlo e Diana diventando cattolico perderebbe il diritto di successione al trono (fino al 2015 non avrebbe nemmeno potuto sposare una cattolica), ma nessuno parla di questa discriminazione

Il principe inglese Harry Windsor si sposa. Sì, l'altro figlio di Carlo principe di Galles e Diana, quello rosso di capelli. Tra parentesi, i due figli di Diana Spencer assomigliano entrambi alla defunta mamma, cosa che aumenta l'interesse per il royal wedding: infatti, tutto quel che concerne la «principessa triste», annessi e connessi compresi, nutre l'immaginario collettivo, e c'è semmai da stupirsi che Diana non sia ancora diventata un'«icona» come Marylin e Audrey.

lunedì 4 dicembre 2017

Volantino contro il Papa: "Perché la fede preceda la politica"


Volantino contro il Papa appare in alcune Chiese di Roma. Tutte le critiche mosse dai tradizionalisti sintetizzate nelle intenzioni di preghiere

Un volantino critico nei confronti di Papa Bergoglio è comparso in questi giorni all'interno di alcune chiese di Roma. Il piccolo manifesto rappresenta Francesco sorridente e avvolto da un rosario.

domenica 3 dicembre 2017

Rothschild: Donald Trump minaccia di distruggere il Nuovo Ordine Mondiale


I Rothschild hanno usato il loro portavoce dei media globalisti per dichiarare che Donald Trump sta minacciando di distruggere per sempre il Nuovo Ordine Mondiale. Lo strumento di propaganda del Globalismo e la pubblicazione di proprietà della famiglia Rothschild, The Economist ha bollato il Presidente degli Stati Uniti come un "presente pericoloso" per il "New World Order", affermando che gli "internazionalisti" che lo hanno formato "si stanno rivoltando nelle loro tombe".

sabato 2 dicembre 2017

"Non sapete quando il padrone di casa ritornerà" (Mc 13,33-37)


Con questa domenica inizia il tempo dell'Avvento e, con esso, un nuovo Anno liturgico. L'Avvento è quel periodo di quattro settimane che precede il Natale. Durante questo periodo dobbiamo preparare i nostri cuori all'incontro con Dio. In noi si deve ridestare quel desiderio di fervida attesa e di speranza che caratterizzò il lungo tempo di preparazione del popolo ebreo alla venuta del Messia.

TRATTO DAL FILM: "BEN HUR" CHE INCONTRA GESU' CHE LO DISSETA (LA SUA STRAORDINARIA MISERICORDIA)

ARTICOLI PIU' VECCHI IN ORDINE CASUALE

COMMENTI RECENTI

Profezie della Madonna a Baron Renato sull'invasione dei rifugiati ai giorni nostri

ADESSO VUOL MODIFICARE PURE IL PADRE NOSTRO, COI COMPLIMENTI DI "SAN" LUTERO...