TRANSLATE THIS BLOG

mercoledì 21 marzo 2018

10 star di Hollywood dichiaratamente cattoliche


Alcuni di questi nomi vi risulteranno familiari. Ecco come hanno condiviso l'importanza della loro fede

Se Jim Caviezel è probabilmente l’attore più esplicito sull’importanza della sua fede, ecco qualche altro gigante di Hollywood che ha messo Dio al centro della propria vita. Alcune di queste star hanno vissuto dei momenti difficili nella vita, e la loro fede le ha sempre aiutate a superarli. 

Ecco quello che hanno condiviso apertamente sull’importanza della loro fede cattolica e sull’impatto che questa ha sia sulla loro vita personale che sulla carriera.

1) GARY SINISE

Attore della serie “Forrest Gump", "Gli esperti”, di “Apollo 13”, di “Mission to Mars”, “Snake Eyes”… Sposato e padre di famiglia, fedele fin dalla gioventù, si è convertito al cattolicesimo nel 2010. Si dedica molto alle attività di volontariato caritativo, specialmente a favore della scolarizzazione dei più di 300mila bambini iracheni, nonché a favore del sostentamento e dell'assistenza dei veterani di guerra mutilati.


2) MARK WAHLBERG 

L'attore e produttore americano va ogni giorno a messa e non esita a sospendere le riprese di domenica per andarci. «Dal momento in cui la fede è diventata il centro della mia vita, tutto mi ha sorriso. Non parlo della mia vita professionale… ma di cose ben più grandi. Essere cattolico è la cosa più importante della mia vita».



3) PIERCE BROSNAN

Il celebre James Bond britannico ha dichiarato: «Essere cattolico è nel mio dna». E durante il lutto per sua moglie e per sua figlia: «La preghiera mi ha aiutato, e mi aiuta ancora, a essere un padre, un attore, un uomo. È sempre d'aiuto, portarsi in tasca un po' di preghiera: alla fine della giornata, uno deve ritrovarsi con qualcosa tra le mani. Per me questo qualcosa è Dio, Gesù, la mia formazione cattolica, la mia fede. La fede è quello che mi ha aiutato nei momenti di più profonda sofferenza, di dubbio e di paura. È una costante: il linguaggio della preghiera».

4) AL PACINO

È cattolico praticante e ha dichiarato in un'intervista che i soli luoghi in cui si autorizzava ad essere come un bambino erano «la chiesa, la scuola e il cinema». All'inizio degli anni ’70, dopo una rottura brutale con la religione, Al Pacino è tornato a frequentare di nuovo la Chiesa. È stato durante le riprese de Il Padrino.

5) MEL GIBSON

Il regista de “La Passione di Cristo” (e ultimamente de “La battaglia di Hacksaw Ridge”) non sa che farsene di quello che a Hollywood si pensa di lui: la sua fede è cosa di pubblico dominio e ispira largamente la sua opera. Molto praticante, si impegna pure in opere sociali ed ha aiutato molte star a uscire dalla tossicodipendenza.

6) ANTONIO BANDERAS

L'attore e produttore spagnolo partecipa ogni anno alla Settimana santa di Malaga, in Spagna. «Sono cattolico ma, verso i 16 o 17 anni, quando ho cominciato a ragionare veramente, mi sono detto: “No, tutto questo non può essere vero”. Poi è arrivata un'età in cui ho avuto bisogno di spiritualità. Bastava appoggiarsi sulla parola di Gesù, inarrivabile e che non può essere rimessa in discussione: «Ama».

7) MARTIN SCORSESE

Il regista americano di “Silence”, su due missionari gesuiti nel Giappone del XVII secolo, ha incontrato Papa Francesco – che ha plaudito al suo lavoro in questo film. «Il mistero della fede è una questione che mi assilla», aveva confidato a Yves Calvi. «Questa riflessione non ha mai cessato di essere in me, e l'ho incanalata nei miei film. Del resto è così che ho scoperto la religione, che mi ha aiutato a ritrovare le mie radici, i miei punti di riferimento».

8) ANDY GARCIA

In occasione dell'uscita del film “Cristiada” (2014), nel quale interpreta una delle parti principali, l'attore ha dichiarato: «Sono cattolico. Pratico la mia fede in un modo semplice e personale. Credo nei principî di cui Gesù Cristo ha parlato e cerco di dare un buon esempio alla mia famiglia e agli altri: fate agli altri quello che vorreste che gli altri vi facessero. Non è così complicato. È importante avere simili principî per costruire una società migliore».

9) PATRICIA HEATON

Pur avendo attraversato un momento di “deserto protestante” dopo il suo divorzio, la star comica di The Middle e Tutti Amano Raymond è tornata al cattolicesimo dopo la dichiarazione di nullità del suo primo matrimonio. Allevata nel cattolicesimo, ha perso la madre a 12 anni e ha vinto la depressione derivata da questo fatto “chiedendo aiuto ai santi” oltre che con la terapia.

10) LEAH REMINI 

Nota per il suo ruolo in The King of Queens, insieme al marito Angelo Pagén è tornata al cattolicesimo dopo 35 anni di adesione a Scientology, di cui ora è una nota critica. L'attrice e attivista ha spiegato come ha trovato la pace interiore andando in chiesa “da sola, sedendomi, pregando e recitando il Rosario”, come ha confessato a People. “Per me la religione dev'essere considerata una cosa splendida”.



Fonte: aleteia.org
https://it.aleteia.org/2018/03/18/10-star-hollywood-cattoliche-gibson-wahlberg-brosnan/#


Nessun commento:

Posta un commento

.

TRATTO DAL FILM: "BEN HUR" CHE INCONTRA GESU' CHE LO DISSETA (LA SUA STRAORDINARIA MISERICORDIA)

ARTICOLI PIU' VECCHI IN ORDINE CASUALE

COMMENTI RECENTI

Profezie della Madonna a Baron Renato sull'invasione dei rifugiati ai giorni nostri

ADESSO VUOL MODIFICARE PURE IL PADRE NOSTRO, COI COMPLIMENTI DI "SAN" LUTERO...