TRANSLATE THIS BLOG

sabato 27 ottobre 2018

Dall'aborto alla bestemmia: svolta a Dublino


Depenalizzata la blasfemia. A maggio era toccato all'interruzione di gravidanza

Dopo l'aborto, legalizzato a maggio, e il via libera ai matrimoni omosessuali nel 2015, un altro tassello della storica identità cattolica dell'Irlanda sta per scomparire.

Ieri Dublino ha votato per eliminare il reato di blasfemia, attualmente contenuto nella Costituzione del 1937 e punito con multe fino a 25mila euro. Lo spoglio avverrà oggi e i risultati si sapranno nelle prossime ore, anche perché gli irlandesi sono stati chiamati alle urne anche - e soprattutto - per eleggere il nuovo presidente (e il favorito è l'uscente Michael Higgins, del Partito laburista). Ma a fare notizia è il voto «blasfemo». Perché tutto sembra indicare che a vincere saranno i «sì»: secondo gli ultimi sondaggi, pubblicati la scorsa settimana dall'Irish Times, il 51% della popolazione è favorevole alla modifica, e la stessa Chiesa cattolica irlandese poche settimane fa ha definito quella sulla blasfemia una norma «abbondantemente obsoleta». Anche il premier Leo Varadkar ha esortato i concittadini a far passare il referendum, definendo il cambiamento «parte di un processo destinato a modernizzare la nostra Costituzione».

Secondo l'articolo incriminato, il numero 40, il reato si verifica con «la pubblicazione o l'espressione di opere o di parole blasfeme, sediziose o indecenti». Sebbene l'ultima persona condannata per blasfemia risalga al 1855, quando ancora l'Irlanda era sotto il controllo del Regno Unito, nove anni fa la dose era stata rincarata: con il Defamation Act del 2009 era stato precisato l'illecito, specificando che è punibile chiunque pubblichi o pronunci «qualcosa di gravemente abusivo o insultante in relazione a questioni ritenute sacre da una qualsiasi religione, quindi che causi offesa in un vasto numero di aderenti a quella religione».

A far tornare in auge il tema, fino ad arrivare al referendum di ieri, è stato l'attore britannico Stephen Fry. Tre anni fa Fry fu denunciato alla polizia dopo aver nominato Dio durante un'intervista: il conduttore gli aveva chiesto che cosa avrebbe detto a Dio se avesse potuto incontrarlo e lui rispose che gli avrebbe domandato come avesse «osato creare un mondo in cui c'è una tale pena che cade addosso alla gente senza colpa, un mondo profondamente malvagio». «Perché dovrei rispettare un Dio capriccioso, malevolo e stupido, che crea un mondo così pieno di ingiustizia e dolore?», si era chiesto retoricamente l'attore: fu questa la frase che fece aprire un fascicolo a suo carico per blasfemia. Il caso fu poi archiviato perché i pubblici ministeri stabilirono che a ritenersi offeso era stato un numero troppo esiguo di persone. L'indagine lampo su Fry ha però riportato l'attenzione dell'opinione pubblica sull'articolo 40 della Costituzione, troppo anacronistico per un'Irlanda sempre più slegata dall'influenza della Chiesa cattolica. Il voto sulla blasfemia era stato annunciato sulla scia della legalizzazione dell'aborto. Ora si pensa già alla prossima «vittima» del progressismo dublinese: secondo i media il prossimo referendum potrebbe eliminare il passaggio della Costituzione in cui si tutela il ruolo della donna «all'interno della casa».

Fonte: ilGiornale.it
http://www.ilgiornale.it/news/politica/dallaborto-bestemmia-svolta-dublino-1593294.html


3 commenti:

  1. Questo stupido di attore britannico,Stephen Fry che nell'intervista ha citato Dio, stava parlando di Dio Onnipotente, o del suo dio capriccioso, Cioè di Satana in persona? Che gente senza cervello che và in tv. Molti di questi decerebrati vip si fanno un dio su misura, e per me va bene, ma dovrebbero chiudere quella boccaccia che hanno sul volto perché non sanno di cosa blaterano quando fanno certe dichiarazioni, perché se davvero dovessero ritrovarsi difronte a al trono di DIo non potrebbero rimanere in piedi davanti alla Sua Maestà, figuriamoci osare proferire parole arroganti del genere di fronte alla sua giustizia. Altro che diritti gay e abortivi. Mi fermo quà col commento altrimenti m'incazzo davvero. Olanda, Francia, Belgio e Irlanda e quei paesi letamai che approvano aborti e matrimoni omosessuali saranno distrutti. Dio non si cura di quelli che pervertono la Giustizia e la Natura umana, ma di quelli che invece cercano giustizia e la Sua volontà, di quelli ha pietà e li guida. Ma non si facessero illusioni coloro che pervertono i suoi disegni. Altro che politicamente corretto.

    ROMANI 1, 24-32 (CEI)

    “24 Perciò Dio li ha abbandonati all'impurità secondo i desideri del loro cuore, sì da disonorare fra di loro i propri corpi, 25 poiché essi hanno cambiato la verità di Dio con la menzogna e hanno venerato e adorato la creatura al posto del creatore, che è benedetto nei secoli. Amen. 26 Per questo Dio li ha abbandonati a passioni infami; le loro donne hanno cambiato i rapporti naturali in rapporti contro natura. 27 Egualmente anche gli uomini, lasciando il rapporto naturale con la donna, si sono accesi di passione gli uni per gli altri, commettendo atti ignominiosi uomini con uomini, ricevendo così in se stessi la punizione che s'addiceva al loro traviamento. 28 E poiché hanno disprezzato la conoscenza di Dio, Dio li ha abbandonati in balìa d'una intelligenza depravata, sicché commettono ciò che è indegno, 29 colmi come sono di ogni sorta di ingiustizia, di malvagità, di cupidigia, di malizia; pieni d'invidia, di omicidio, di rivalità, di frodi, di malignità; diffamatori, 30 maldicenti, nemici di Dio, oltraggiosi, superbi, fanfaroni, ingegnosi nel male, ribelli ai genitori, 31 insensati, sleali, senza cuore, senza misericordia. 32 E pur conoscendo il giudizio di Dio, che cioè gli autori di tali cose meritano la morte, non solo continuano a farle, ma anche approvano chi le fa.”

    RispondiElimina
  2. ...e che poi questi atti siano perpetrati da uomini di Chiesa, vuol dire che proprio siamo arrivati al capolinea, dal momento che loro conoscono meglio di noi le Sacre Scritture. Che ci sia poi una lobby gay al vertice della Chiesa è roba da fuori di testa.....Dalle ultime notizie, questi dicono ai difensori della sana dottrina che sono dei traditori della Chiesa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, se questi atti sono perpetrati da "uomini di chiesa" ti fa capire quanto stiamo avanti e allineati cronologicamente col terzo segreto di Fatima e con quella di altri santi e un papa che profetizzò di un tempo in cui Roma(apostolica) sarebbe stata scellerata, il termine azzeccato che si usa per i viziosi.

      Elimina

.

TRATTO DAL FILM: "BEN HUR" CHE INCONTRA GESU' CHE LO DISSETA (LA SUA STRAORDINARIA MISERICORDIA)

ARTICOLI PIU' VECCHI IN ORDINE CASUALE

COMMENTI RECENTI

Profezie della Madonna a Baron Renato sull'invasione dei rifugiati ai giorni nostri

ADESSO VUOL MODIFICARE PURE IL PADRE NOSTRO, COI COMPLIMENTI DI "SAN" LUTERO...