TRANSLATE THIS BLOG

venerdì 30 novembre 2018

Borghi: “Global Compact da fermare, volgare terrorista chi parla di spread e mutui esistenti”


Peso massimo del Basta Euro Tour e primo volto economico conosciuto al grande pubblico della Lega nata agli albori della Segreteria Salvini, oggi Onorevole alla Camera dei Deputati e Presidente della Commissione Bilancio. Ha una propensione a smascherare le euro-balle e non solo. Claudio Borghi(foto di apertura) infatti ha contribuito a sgominare una banda di falsari d’opere d’arte.

Black Friday. La dittatura di Amazon (di Roberto Pecchioli)




Le note che seguono sono probabilmente blasfeme. Infatti revocano in dubbio la religione più diffusa del nostro tempo, il Consumo, prendono di mira il suo rito più seguito, l’Acquisto, e contestano la festa liturgica più importante dell’anno, il Black Friday, il Venerdì Nero degli sconti. Come a Pasqua è obbligatorio comunicarsi e nel giorno dell’obolo di San Pietro tutte le offerte dei fedeli vanno al Santo Padre, nel Venerdì Nero si deve comprare, approfittando dei ribassi clamorosi. Il profitto va in massima parte al vero pontefice in carica, il papa universale del consumo Jeff Bezos, fondatore, gran sacerdote e maggiore azionista di Amazon, l’immenso centro commerciale virtuale globale. Chi non è connesso è scomunicato. Amazon nelle scorse settimane è stata abilissima a puntare i riflettori su se stessa, con le dichiarazioni fintamente preoccupate di un Jeff Bezos in vena di evocare un fallimento venturo della sua creatura, nonché di pronosticarle una vita non troppo lunga.

giovedì 29 novembre 2018

Le donne e le altre violenze (di Costanza Miriano)



"Sarebbe molto più utile convincere donne e uomini a riscoprire la loro alleanza, a deporre l'ascia di guerra, a scoprire che sono stati progettati per funzionare insieme, per aiutarsi alla conversione reciproca, a rendersi più uomo e più donna"

Il problema è quando tale difesa è usata in modo a sua volta violento e strumentale. Violento perché è evidente che non ci si possa mobilitare e indignare per tutto quello che succede, e la scelta di alcuni temi su altri è figlia di una visione del mondo. La violenza sulle donne infatti non è in aumento rispetto al passato, e benché anche un solo caso basterebbe da solo a giustificare tutte le mobilitazioni del mondo, è evidente lo squilibrio di un tale martellamento.

Ecco il vero volto dell'aborto (DeepMoon Amministratore)

Traduzione: "MOLTE PERSONE PENSANO CHE L'ABORTO SIA UN DIRITTO NATURALE DELLA DONNA"

Nel video sotto che seguirà vi mostrerò cos'è veramente l'aborto. Non è una pratica risolutiva rapida e superficiale per un errore o incidente di percorso sotto le coperte, o per nascondere una scappatella o una debolezza della carne. Esso è un vero e proprio rituale sotto il credo della scienza medica, una vera e propria esecuzione volontaria e consensuale della donna o di certi governi comunisti come in Cina. Un omicidio raffinato eseguito con le tecniche mediche più moderne che sembrano però una vera mattanza di esseri umani in stato embrionale. 

Attenzione, il video è esplicito e contiene immagini non appropriate per i minori, né per i soggetti più sensibili.

La risposta del Vaticano alla nostra estinzione (di Maurizio Blondet)


Davvero simbolico il video proiettato sulla chiesa di Santa Maria della Minerva per concludere il Sinodo della Gioventù: la chiesa (o piuttosto la Chiesa?) viene scoperchiata, poi demolita, infine dissolta...”, mi scrive il lettore Alberto Piccoli. E’ accaduto a fine ottobre ma m’era sfuggito, perché ormai distolgo il pensiero e lo sguardo dal Vaticano occupato dalla junta sudamericana, come si deve fare per non guardare la madre fattasi, a tarda età, prostituta del “Mondo”.

martedì 27 novembre 2018

Manifesto shock a Milano: la Madonna violentata

Sull'immagine uno slogan "Don't Pray, Act!", perché secondo l'artista, "è ora di smettere di perdonare"

Capiamo gli intenti anti-femminicidio e anti-violenza sulle donne, ma non si starà esagerando, nella scelta dei "testimonial"? Perché l'impressione è che adesso qualcuno ci stia marciando, col rischio che un problema serio e grave che merita il massimo rispetto e la massima attenzione finisca con il diventare solo una facile ribalta mediatica.

Perché non ci piace proprio la Vergine Maria ritratta come vittima di violenza, contusa in viso e con il cuore spezzato, in alcuni manifesti apparsi in vari punti di Milano, da piazza Carbonari a piazzale Baiamonti, firmati dall'artista aleXsandro Palombo. Sull'immagine uno slogan "Don't Pray, Act!", perché secondo l'artista, "è ora di smettere di perdonare".

L’enorme razzia di opere d’arte fatta in Italia da Francia Napoleonica e Germania Nazista. (Di Antonio Socci)

Prima di dar lezioni di europeismo restituiscano quelle meraviglie che racchiudono la nostra identità 

 “Le nozze di cana” di Paolo Veronese, oggi al Louvre)

“E credo che per ristabilire l’amicizia europea, sarebbe bene che – prima di tutto – i ladri restituissero la refurtiva”. Così tuonò Piero Calamandrei, nel suo storico discorso del 1951, a Londra, parlando delle “Opere d’arte in Italia e la guerra”.

domenica 25 novembre 2018

"Il mio regno non è di questo mondo" (Gv 18,33-37)


Oggi, ultima domenica del Tempo ordinario, è la solennità di Cristo Re. Il Vangelo ci propone la scena dell'incontro di Cristo con Pilato. Il Re dell'universo sta davanti al rappresentante di una potenza terrena destinata a cadere. Egli, l'uomo che proclama la libertà dei figli di Dio, è prigioniero: Egli, la Santità stessa, è punito come un malfattore. È proprio in questo violento contrasto che appare in tutta la sua grandezza la Missione reale di Cristo Salvatore.

sabato 24 novembre 2018

La più bella virtù italiana: l'irresponsabilità verso gli italiani (di Maurizio Blondet)

Si chiamava Abdul ed era di origine marocchina il quindicenne che è morto sotto il treno a Parabiago durante una di quelle gare fra ragazzini che si sfidano sul web a fare qualcosa di stupido e mortale.

Possiamo considerarlo un esempio di riuscita integrazione.

La comunità italiana non educa nemmeno la sua propria gioventù ad emulare, che so, un Giulio Natta o un Enrico Fermi, un Giuseppe Tucci orientalista ed esploratore, a voler diventare un Enrico Mattei o un Rossini; ma riesce benissimo ad integrare i nuovi arrivati nei piccoli branchi che si annoiano nelle cittadine di provincia, conformisti votati al Premio Darwin, che s’inventano un gioco così intelligente come mettersi fra i binari del treno e alzarsi appena in tempo, di sera, senza che i genitori sappiano dove sono – superamento di successo della soffocante ed autoritaria famiglia musulmana. A settembre un milanesino di 14 s’è ucciso per “ una “sfida” sul web, chiamata “gioco del blackout”, che spinge i “partecipanti” a svenire per asfissia, cosa di acuta intelligenza, di cui menar vanto online. Nel febbraio precedente, è morto un quattordicenne di Tivoli per lo stesso blackout.

Pakistan. Finalmente giustizia è fatta. Arrestato l'integralista che voleva morta Asia Bibi


"La misura", mente il Governo, "è stata presa per proteggere l'ordine pubblico e non ha niente a che fare con il caso di Asia Bibi"

venerdì 23 novembre 2018

Tre papi, due in accordo l'altro diverso...

Assassino trans e studentessa cristiana: due pesi, due misure (di Benedetta Frigerio)


Chow, studentessa di Berkeley, si è rifiutata di votare una risoluzione contro la definizione di sesso biologico. Compagni e giornali hanno chiesto le sue dimissioni da senatrice. E mentre viene insultata e minacciata, frequenta i corsi scortata come fosse una criminale. Nello stesso tempo, un assassino e violentatore con problemi psichiatrici viene assecondato con 20mila sterline nella sua richiesta di essere operato per sembrare femmina. Da dove nasce il paradosso e dove sta la speranza?

"Tenere l'Italia nell'Euro, sarà molto costoso per l'UE" (di Maurizio Blondet)

Berlusconi condusse negoziati segreti per ritirare l’Italia dalla zona euro nel 2011; il primo ministro greco Papandreou fece lo stesso. Le banche e le forze che contano nella UE li hanno forzati a lasciare le loro poltrone prima che potessero attuare i loro propositi”: Lo scrive Hans Werner Sinn(nella foto di apertura), il presidente del potentissimo istituto IFO, consigliere economico molto ascoltato nel governo tedesco. Sappiamo anche come.

giovedì 22 novembre 2018

Sara Winter, ex femminista brasiliana (femen)


La caduta da cavallo, ossia l’immagine più evocativa della Conversione di San Paolo, è spesso utilizzata a paradigma di un episodio capace di apportare una metamorfosi nella vita di una persona.

Nel caso di Sara Fernanda Giromini, la “caduta da cavallo” è rappresentata dalla nascita di un figlio. Questa giovane brasiliana, conosciuta con lo pseudonimo di Sara Winter, è balzata agli onori delle cronache del suo Paese nel 2012, quando insieme ad altre donne, ha fondato la locale sezione delle Femen, il movimento femminista finanziato da alcuni magnati per inscenare volgari esibizioni pubbliche di protesta contro la morale.

mercoledì 21 novembre 2018

Germania, Maometto insegnato a scuola. L'islam è il futuro? Dominerà l'Europa?


L'Europa si è aperta all'islam. In Germania (l'islam viene insegnato a scuola), dopo un omicidio, ci si interroga su cosa significhi. In Italia...

Il futuro che verrà avrà il volto dell'islam? Se lo stanno chiedendo da tempo in Germania, dopo l'esplosione del partito di destra AfD (Alternativa per la Germania), apertamente contrario all'aumento di popolazione immigrata musulmana, l'omicidio di un cittadino tedesco e lo scontro, durato mesi, tra Angela Merkel e il suo ministro dell'Interno Horst Seehofer.

La scandalosa nuova traduzione del Padre Nostro nella Bibbia CEI (di Frà Cristoforo)

“Il caso della scandalosa nuova traduzione del Padre Nostro nella Bibbia CEI. Completamente errata. Vi spiego perché...” (di Fra Cristoforo)

Credo di essere in grado di poter dare il mio modesto contributo sul caso della scandalosa “nuova” traduzione dell’ultima parte del Padre Nostro nella Bibbia CEI, che ovviamente compare anche nel Lezionario Liturgico di cui abbiamo già trattato. E siccome so che in diverse comunità parrocchiali alcuni “sacerdoti” utilizzano già, durante la funzione, la nuova versione del Padre Nostro, vorrei chiarire con voi lettori il caso di questa traduzione pedestre.

Il Padre Nostro non lo può cambiare nemmeno il Papa

Molti amici e conoscenti mi dicono che non reciteranno la nuova formula del Padre Nostro ma continueranno a dire le parole tradizionali: "non ci indurre in tentazione". I vescovi italiani hanno approvato la nuova versione durante la loro assemblea generale, ma è certo che dei fedeli - pochi o tanti che siano - non si atterranno alle nuove disposizioni. Perché? Per molti motivi: perché si stanno facendo troppi cambiamenti nella Chiesa che disorientano e in qualche caso angosciano, perché molti teologi e filologi dicono che il cambiamento non è giustificato ed anzi è controproducente, perché i vescovi in questo momento non brillano per autorevolezza e così via. Fatto sta che molti non si atterranno al nuovo Padre Nostro. A prescindere per il momento dal merito del contendere, ossia dalla correttezza teologica e filologica del cambiamento e dalla sua opportunità liturgica, mi pongo la domanda se i vescovi abbiano tenuto conto di un aspetto della questione, ossia che un'altra divisione tra i fedeli durante la liturgia domenicale si aggiungerà alle tante già presenti.

martedì 20 novembre 2018

Eventi profetici sulla Chiesa predetti dalla Madonna di Anguera


messaggio numero 2.948 in data 26/01/2008

"Una scoperta archeologica sarà fatta a Roma e causerà grande confusione per la Chiesa. Restate saldi nella fede. Qualunque cosa accada, non allontanatevi dalla verità."

lunedì 19 novembre 2018

Ciak, si ricomincia! Buonisti alla riscossa: "Via i crocifissi dalle scuole"


"L’eliminazione del crocifisso era stata decisa per non mettere in imbarazzo i bambini di fede musulmana presenti nell’istituto" 

Periodicamente, specie sotto Natale, i buonisti ricominciano a spappolarcele col ritornello del crocifisso che va tolto dalle aule perché offende la sensibilità dei bambini islamici. I quali, per la verità, se ne fregano altamente di ciò che è appeso sui muri delle scuole ed hanno altro a cui pensare. S'è mai sentito uno di questi bimbi correre dai genitori piangendo perché la croce lo aveva spaventato? Ma tant'è.

Terni, no alla recita di Natale a scuola: disturba le altre culture

Polemica per la decisione di una scuola elementare, denunciata dalla Lega. Salvini: «Non si tratta solo di religione, ma di storia». La preside: «Attacco politico»

«No alla recita natalizia perché disturba le diverse culture religiose presenti nell’istituto». La leghista Valeria Alessandrini, assessore alla scuola del Comune di Terni, denuncia su Facebook «la decisione di una dirigente scolastica che ha vietato lo svolgimento di una iniziativa natalizia legata alla messa in scena di quadri viventi con protagonisti i bambini e a tema la nascita di Gesù». L'istituto è la scuola elementare Anita Garibaldi in via Dei Carrara, e la rappresentazione "proibita" il classico presepe vivente. La palla di Natale è stata presa al balzo e rilanciata sui social dal leader, Matteo Salvini: «Si avvicina il Natale e spuntano di nuovo `dirigenti scolastici´ che vogliono impedire le recite ai bambini - scrive su Twitter -. Non si tratta solo di religione, ma di storia, radici, cultura. Viva le nostre tradizioni!».

domenica 18 novembre 2018

"Vedranno il Figlio dell'uomo venire sulle nubi" (Mc 13,24-32)


L'Anno liturgico volge ormai al termine e le letture della Messa ci portano a riflettere sulle ultime realtà della vita, su quello che ci aspetta al termine della nostra esistenza e alla fine dei tempi. Il brano del Vangelo, innanzitutto, ci vuole far comprendere una cosa di fondamentale importanza: questo mondo finirà, e le realtà terrene, che oggi sono per molti l'unica cosa che conta, sono destinate a perire. Il denaro, il potere, il possesso dei vari beni non possono garantire alcuna stabilità e, comunque, li dobbiamo lasciare al termine della nostra vita. Questa convinzione si deve radicare in noi e deve sottrarci al fascino dei beni terreni. Inoltre, il pensiero che un giorno saremo giudicati deve spronarci a usare saggiamente dei beni di questo mondo per fare il bene e non per alimentare il nostro egoismo.

venerdì 16 novembre 2018

La negretta saggia e gli italiani stolti (di Federico Leo Renzi)


QUANDO IL SUCCESSO E’ UN FALLIMENTO

Introduzione e racconto di Maurizio Blondet

Riporto qui quello che mi ha detto una diciottenne L, italo-ivoriana (cioè figlia di immigrati ivoriani ma nata in Italia) durante una lezione che ho tenuto su trap e new economy in un istituto tecnico per ragionieri, e dell’interessante reazione dei suoi compagni e dell’insegnante a quello che la ragazza ha espresso. E’ un frammento che ritengo prezioso, perché mostra come il successo dell’integrazione possa risolversi in un rifiuto del life style occidentale.

Global compact: il piano ONU per invadere l’Italia con gli immigrati da dicembre 2018 (video)


Guardate l'ONU che piano sta preparando tra breve per l'Europa, un'invasione di massa senza precedenti tutto spiegato in un video. Stanno organizzando un macello ovunque.

giovedì 15 novembre 2018

Il giudizio del signore su chi esercita il potere


Voi che siete nel potere, che comandate, che imponete sacrifici e austerity, voi che vi siete presi il potere e pretendete di dare ordini alle masse e di cedervi la sovranità decisionale ed economica. Voi che distruggete la cristianità, che abbattete le leggi e le riscrivete, che riscrivete la storia e accogliete lo straniero islamico e calpestate i sacri decreti divini e vi credete di essere sapienti e innovatori sociali all'avanguardia, questo dice il Signore Dio Onnipotente di voi sul libro della Sapienza (di Salomone che era anch'egli re) 

Commissione sugli abusi, i vescovi Usa tirano dritto


I vescovi Usa, riuniti a Baltimora, non hanno nessuna intenzione di fermarsi a dispetto della richiesta, giunta dalla Congregazione per i vescovi, di non votare su due punti che costituivano il punto focale dell’assemblea di novembre: un codice di condotta per i vescovi in caso di abusi, e una commissione guidata (presidente e vicepresidente) da laici per indagare sugli abusi. Intanto Viganò scrive ai prelati riuniti: "Non siate pecore spaventate, ma pastori coraggiosi".

Cei, dopo 16 anni di studi restyling di Gloria e Padre Nostro. “Preghiera più agile”


"Vescovi ed esperti - si legge nel documento finale - hanno lavorato al miglioramento del testo sotto il profilo teologico, pastorale e stilistico, nonché alla messa a punto della presentazione del Messale". E adesso si attende il via libero definitivo della Santa Sede

mercoledì 14 novembre 2018

Non occorre essere credenti (di Maurizio Blondet)


Il terremoto è avvenuto perché sono state approvate le nozze gay”. No, padre Giovanni Cavalcoli, teologo domenicano, non ha mai detto una cosa simile quando, l’ottobre 2016, ne parlò a Radio Maria. Quella frase gliela attribuirono l’Espresso e Repubblica: distorcono regolarmente frasi e intenzioni di quelli che considerano ideologicamente nemici. Ovviamente il sottosegretario di Stato monsignor Becciu rilascia immediata dichiarazione tramite ANSA: “Sono affermazioni offensive per i credenti a scandalose per chi non crede. Radio Maria deve correggere i toni del suo linguaggio e conformarsi di più al Vangelo e al messaggio della misericordia e della solidarietà propugnato con passione da papa Francesco“. Il che la dice lunga sul rapporto di arroccamento autoritario ed ostile che la giunta vaticana ha verso il resto dei fedeli: Becciu nemmeno ha, prima, alzato il telefono per chiedere a Cavalcoli se avesse detto tale sciocchezza. Subito ha creduto a Repubblica (il giornale che legge) e subito ha sparato contro un teologo rispettato a mezzo stampa i suoi ordini ai subordinati.

lunedì 12 novembre 2018

“Francesco” sopprime le nostre interceditrici (di Maurizio Blondet)

Vaticano distrugge altra comunità: 90% delle suore se ne và

34 delle 39 suore delle Piccole Sorelle di Maria hanno chiesto di essere dispensate dai loro voti. Fondate nel 1949, gestiscono quattro case di cura nella diocesi di Laval e Tolosa (Francia). Le suore utilizzano il Novus Ordo in latino. Nel 2012 sono tornate al “vetus ordo

La comunità ha subito due visite canoniche nel 2016 e nel 2018 ed è stata accusata di “eccessivo settarismo”. Le suore hanno definito il rapporto emesso dopo la seconda visita “una caricatura” e un “pregiudizio”.
La madre superiora e la maestra delle novizie sono state esiliate in monasteri distanti e sostituite con tre commissarie moderniste. Tutti gli appelli canonici e le richieste di misericordia sono state ignorate.

Perché Salvini sull'immigrazione ha convinto gli italiani e i cattolici che preferiscono lui a Bergoglio (di Antonio Socci)

Bergoglio stringe la mano alla sostenitrice dell'aborto 
e del "più Europa" Emma Bonino
E’ accaduto qualcosa di eccezionale sotto i nostri occhi e non ce ne siamo resi conto. Per anni, fino a poco tempo fa, sono sbarcati sulle nostre coste a centinaia migliaia.

Un assalto massiccio e incontrollato che – prima di tutto – decretava la fine dello Stato italiano per la sua incapacità di proteggere i propri confini. Erano immigrati irregolari.

E tutti – ministri, giornalisti, intellettuali, papa e organismi internazionali – ci ripetevano: non ci si può far niente, bisogna subire, accoglierli e ospitarli a spese degli italiani (circa 5 miliardi all’anno) perché è un fenomeno epocale, inevitabile, sarebbe come pretendere di fermare il vento con le mani.

domenica 11 novembre 2018

"Questa vedova ha gettato nel tesoro più di tutti gli altri" (Mc 12,38-44)


Il tema centrale della liturgia della Parola di questa domenica è la generosità della creatura nei confronti di Dio a cui segue sempre una generosità ancora più grande di Dio verso le sue creature. È quanto abbiamo letto nella prima lettura. Dio chiede alla vedova di Sarepta tutto quello che ella aveva per vivere: un pugno di farina e un po' d'olio. Era l'unico sostentamento per lei e per suo figlio. Dio le chiede quell'atto di generosità per sfamare il profeta Elia, ed ella, con grande carità preparò una focaccia per il Profeta. Dio ricompensò ampiamente quel gesto facendo sì che né la farina venne meno nella giara e né l'olio diminuì nell'orcio. E così Elia, la vedova e suo figlio poterono mangiare per diversi giorni.

venerdì 9 novembre 2018

Corte Suprema Alabama: «la legge pro aborto è anomala e illogica, i non nati sono persone»


Aborto illegale. Lo hanno chiesto in una storica sentenza i giudici dell’Alabama chiedendo ai colleghi della Corte Suprema degli Stati Uniti di intervenire a livello nazionale per mettere fine ad una legge “anomala e logicamente errata”.

Serpente esce dal Muro del pianto. Per i siti israeliani significa che il Messia sta tornando


Serpente esce dal Muro del pianto. Per i siti israeliani significa che il Messia sta tornando (di Giorgio Nigra) 

Può la semplice apparizione di un serpente su un muro generare entusiasmi religiosi e politici? Sì, se quel muro è il Muro del pianto.

Da qualche tempo, del resto, la città di Gerusalemme ha ritrovato una sua centralità non solo in senso politico, con la volontà di Israele di spostare lì la capitale, malgrado il sito sia sacro ad altre due religioni, ma anche profetico.

Cari vescovi, il clima non è così brutto come dite


In vista della Cop24 (la Conferenza sul clima) di Katowice, Polonia, che si svolgerà in dicembre, la Santa Sede rilancia allarmi e ammonimenti sulle responsabilità umane. Ma intanto i dati smentiscono gli scenari foschi. Eccoli.

Abbiamo già visto come sia da allarme generale la mobilitazione della Santa Sede in favore delle politiche del clima e della prossima Conferenza Onu sui cambiamenti climatici (Cop24) in Polonia. Un convegno internazionale in Vaticano e addirittura un «tristemente stupefacente» appello firmato dai presidenti di tutte le Conferenze episcopali del mondo. Come si sa, questo allarme nasce dall'adesione alla teoria scientifica del Riscaldamento globale antropogenico (cioè causato dall'uomo), secondo cui il clima sta impazzendo a causa delle emissioni di gas serra (soprattutto CO2) da attività umane e pertanto bisogna abbattere drasticamente tali emissioni, affinché la situazione, già drammaticamente deteriorata, non precipiti irreversibilmente.

giovedì 8 novembre 2018

Asia Bibi, le prime parole fuori dal carcere: “Sono libera grazie a Dio”

La donna cristiana assolta dall’accusa di blasfemia in Pakistan è stata scarcerata e trasferita in una località segreta e protetta, in attesa dell’espatrio. Il governo alle prese con i gruppi estremisti

«Grazie a Dio. Sia lode al Signore. Sono libera». Sono rivolte all’Altissimo le prime parole pronunciate da Asia Bibi, appena ha rivisto il cielo, fuori dal carcere femminile di Multan, dove è stata reclusa negli ultimi anni. Come Vatican Insider apprende da fonti vicine alla famiglia della donna, Asia ha trascorso il primo giorno da donna libera, dopo oltre nove anni dietro le sbarre, «ringraziando costantemente e ripetutamente Dio, che ha ascoltato le sue preghiere».

La Gran Bretagna punisce i guardoni: due anni di carcere a chi spia sotto la gonna


Il governo britannico ha deciso di sostenere la battaglia condotta da una 26enne lei stessa vittima di questa pratica voyeurista

Abusi sessuali, la diocesi di Guam farà istanza di bancarotta


La dichiarazione di bancarotta permetterà all'arcidiocesi di mantenere le normali attività vendendo al contempo alcune proprietà per pagare il risarcimento delle vittime


L'arcidiocesi di Agana nell'isola di Guam, nell'Oceano Pacifico, "territorio non incorporato" degli Stati Uniti, farà istanza di bancarotta, tra dicembre e gennaio, per un accordo stragiudiziale teso a risarcire le vittime di abusi sessuali.

mercoledì 7 novembre 2018

Sentite le dichiarazioni scellerate di questo vescovo: "Razza Italiana non esiste. Arrendetevi al meticciamento"


L’ex capo della longa manus della Chiesa nel business dell’immigrazione, l’attuale arcivescovo di Ferrara, Perego, dopo le sue deliranti dichiarazioni e le proteste dei fedeli.

Dichiara di avere un "progetto alternativo a quello di Salvini".

La diaspora svedese. Il racconto di una donna in una tv ungherese su cosa avviene in Svezia (di DeepMoon Amministratore)


Una donna svedese di origine ungherese, nata e cresciuta in Svezia fugge nel paese della madre, l’Ungheria, perché il suo paese di nascita è diventato un inferno multirazziale fuori controllo. Dove è impossibile uscire sole in intere zone della capitale Stoccolma e di altre città oramai dominata dagliimmigrati e dall'islam:

Quello che descrive la signora è un vero e proprio incubo con infermiere regolarmente molestate negli ospedali tanto da dovere lasciare il lavoro. Parla poi del totale embargo informativo sulla reale situazione svedese. Con i giornali e le televisioni che nascondono la verità.

Dio è come un vasaio. Geremia ci da una lezione


Dio Onnipotente è come un vasaio. Il profeta Geremia ci da una spiegazione nel libro profetico e chi riesce a intendere i fatti dell'antico testamento e intende i fatti attuali, capirà che se l'Europa e l'Italia subisce tutti questi mali non è colpa solo di una gruppo politico, di Soros, di logge massoniche che mirano solo a un "ordine nuovo" o di orde di demoni che vogliono attaccare chiesa cattolica e i cristiani, ma è anche per la nostra infedeltà, il nostro mancato amore tra i fratelli, tra i cattolici, tra i vicini, tra le persone, per le nostre idolatrie, il nostro pensiero modernista anti-decalogo, il nostro stile di vita. in sintesi, per i nostri peccati. 

La famiglia di Asia Bibi vive nascosta e chiede aiuto all'Italia

"Solo ieri siamo riusciti a contattarli e abbiamo parlato per circa 10 minuti". 

Il racconto della telefonata tra il marito di Asia Bibi e il direttore di Aiuto alla Chiesa che Soffre-Italia. La donna, assolta dalla Corte Suprema con la falsa accusa di blasfemia, è ancora in carcere e la sua famiglia vive nascosta. Per i maggiori leader musulmani pakistani, la donna è innocente e difendono la decisione dei giudici

Di Emanuela Campanile - Città del Vaticano

lunedì 5 novembre 2018

Il malato grave ha diritto a sapere la verità (di Giorgia Brambilla)

Esiste un vero e proprio obbligo di coscienza di avvertire il malato che sta per morire perché abbia il tempo di ricevere i sacramenti, di salutare i propri cari e riconciliarsi con essi (mentre oggi prevale la congiura del silenzio da parte di parenti e dottori)

La mia riflessione parte da un breve dialogo che ho avuto l'altro giorno all'INPS mentre facevo la fila con una signora che era lì per richiedere l'invalidità per il marito che purtroppo è affetto da una malattia molto grave e incurabile. Questa signora mi diceva che ancora non hanno detto la verità della situazione così grave del marito.

La conversione della principessa Alexandra e la plurisecolare legge anticattolica


Oggi si fa un gran parlare di «uguaglianza», non di rado strumentalizzando il concetto, ma la notizia dell’esclusione della principessa Alexandra di Hannover dalla linea di successione al trono britannico, che circola da almeno una settimana su social media e siti più o meno di nicchia, non ha destato fin qui l’interesse della stampa che conta. Il motivo dell’esclusione della diciannovenne Alexandra, nata in Austria e figlia del principe Ernesto Augusto V di Hannover e della principessa Carolina di Monaco, è la sua recente conversione alla fede cattolica (la stessa professata dalla madre), con conseguente abbandono del luteranesimo, cioè del credo in cui era stata battezzata.

4 novembre 1918-2018, l'Italia è a pezzi (di Antonio Socci)

L’ITALIA DI OGGI E’ A PEZZI COME SE, NEGLI ULTIMI 20 ANNI, AVESSE PERDUTO UNA GUERRA, STAVOLTA ECONOMICA. COSA E’ SUCCESSO CON L’EURO E LA UE? 


Il nostro calendario è un memoriale delle tragedie del Novecento. Il 4 novembre ricordiamo la Prima guerra mondiale. In altre date il secondo conflitto. C’è però una terza “guerra” di cui non abbiamo avuto consapevolezza perché non si è combattuta con i bombardieri, ma è stata una guerra economica e politica.

domenica 4 novembre 2018

Le 10 ragioni per cui le agenzie interinali sono da boicottare


Questo è un tema che mi sta tanto a cuore a me come a molti, da anni oramai esistono queste agenzie di intermediazione, sono le cosi dette agenzie interinali che fanno da mediazione tra il lavoratore in cerca di lavoro e che si candida come risorsa umana per una prestazione lavorativa in mansioni specifiche verso l'azienda, e l'azienda, che è l'utente finale o cliente che usufruisce di queste mediazioni che dovrebbero fornire delle figure professionali qualificate e con esperienze specifiche. Il problema è che la realtà di questo fenomeno dell'assunzione a tempo determinato che offrono queste agenzie è più triste e truffaldino di quanto promettono realmente, con delle presunte offerte affisse che si trovano principalmente sulle loro vetrine immacolate, negli annunci web e purtroppo anche nei normali centri per l'impiego adesso. 

Ecco un decalogo di consigli sintetizzati sui vari aspetti poco onesti e poco trasparenti sul modus operandi di questi "selettori di risorse (dis)umane". (DeepMoon Amministratore)

"Non sei lontano dal regno di Dio" (Mc 12,28-34)


Il Vangelo di oggi fa parte della serie delle dispute di Gesù con i principali responsabili religiosi del suo tempo. Nel Vangelo secondo Matteo l'episodio non dà adito ad alcun dubbio: si tratta proprio di una disputa. L'Evangelista infatti inizia annotando che «un dottore della legge, lo interrogò per metterlo alla prova» (Mt 22,35). Nel Vangelo di san Marco, invece, lo scriba che interroga Gesù, anche se, forse, inizialmente era prevenuto nei confronti del Maestro, in seguito rimane positivamente impressionato dalla sua risposta, tanto da lodarlo: «Hai detto bene, Maestro, e secondo verità». è uno dei rari casi in cui Gesù riceve un riconoscimento da parte dei capi religiosi dei giudei.

sabato 3 novembre 2018

Clergy. Il film prodotto ad hoc per offendere la Polonia cattolica

Clergy (Kler è quello originale ndr) è il titolo internazionale di un film che da giorni sta dividendo la Polonia, pensato appositamente per dare una generalizzata immagine negativa del clero e di tutta la Chiesa in un Paese che mantiene una chiara identità cattolica, malgrado il processo di secolarizzazione. Secondo le ultime statistiche disponibili (relative al 2016), il 93% dei polacchi si dichiarano cattolici e, tra questi, il 37% affermano di partecipare alla Messa domenicale, un dato di rilievo per i tempi che corrono e che simbolicamente fa della Polonia l’ultimo baluardo della fede in un’Europa sempre più apostata. Gli esponenti del partito al governo, Diritto e Giustizia, hanno più volte ricordato l’importanza delle radici cristiane della propria nazione e in generale del Vecchio Continente. Perciò non sorprende che la Polonia sia a livello europeo il bersaglio preferito di un sistema politico, mediatico e culturale che trova indigeste le suddette radici e rigetta l’autorità morale della Chiesa. 

giovedì 1 novembre 2018

Scie chimiche, Gianini: se smontate un aereo scoprite tutto


«Mi portino pure in tribunale», dice. «Gli dirò di fare una cosa semplicissima: basta prendere un aereo e smontarlo, per capire subito da dove vengono quelle scie». Enrico Gianini, per anni operatore aeroportuale a Milano Malpensa, ha le idee chiarissime sulle strane tracce, bianche e persistenti, che da circa 15 anni intasano letteralmente i nostri cieli. «Tutti sanno tutto, in aeroporto, ma nessuno dice niente», dichiara Gianini ai microfoni di “Border Nights”, denunciando l’omertà generale che coprirebbe la cosiddetta irrorazione quotidiana dell’atmosfera. «Sanno tutto anche i piloti, la cui mortalità sembra sia in aumento: tumori e infarti». Da quando le normative antiterrorismo li obbligano a volare in cabine sigillate, aggiunge, proprio i piloti sono i primi a respirare l’aria inquinata dai composti destinati a essere rilasciati dall’aereo sotto forma di aerosol. Gianini è convinto di aver scoperto il dispositivo clandestino: serbatoi supplementari inseriti in coda, nelle stive dei velivoli. Per trent’anni addetto al carico e scarico dei bagagli, se n’è accorto stazionando sotto gli aerei, da cui sgocciola liquido anomalo, pieno di metalli pesanti. Ne ha parlato tempo fa in un video su YouTube, che ha fatto notizia. E oggi conferma: l’operazione “cieli a strisce” continua, nell’indifferenza generale, senza che nessuna autorità di vigilanza protesti per il costante inquinamento indotto dai jet di linea trasformati abusivamente in “tanker”, aerei-cisterna.

La Chiesa è sotto occupazione del golpe sodomita (Di Maurizio Blondet)

(riprendo volentieri, dall’amico “Nuke the Whales”, notizie che, senza essermi sfuggite, non ho riportato: non mi occupo più di chiesa, perché ormai è chiaro che la sua più alta gerarchia è in piena e sfrenata apostasia al servizio di Satana)


Meanwhile in Austria. (angolo Blondet)

Dedicato al mio amico Blondet, che spero sappia apprezzare. La diocesi cattolica austriaca, nota per una sua particolare interpretazione dei valori cattolici , e pertanto amatissima dal papa (con la minuscola) Bergoglio, ci delizia con le sue ultime realizzazioni.

TRATTO DAL FILM: "BEN HUR" CHE INCONTRA GESU' CHE LO DISSETA (LA SUA STRAORDINARIA MISERICORDIA)

ARTICOLI PIU' VECCHI IN ORDINE CASUALE

COMMENTI RECENTI

Profezie della Madonna a Baron Renato sull'invasione dei rifugiati ai giorni nostri

ADESSO VUOL MODIFICARE PURE IL PADRE NOSTRO, COI COMPLIMENTI DI "SAN" LUTERO...