TRANSLATE THIS BLOG

lunedì 24 dicembre 2018

Il primo vescovo donna e lesbica chiede di rimuovere i crocifissi e di creare uno spazio di preghiera ai musulmani


Il vescovo di Stoccolma Eva Brunne, ha proposto in una chiesa della sua diocesi di rimuovere tutte le croci e di mettere dei segni che mostrano la direzione della Mecca a beneficio dei fedeli musulmani. Il vescovo venne nominata nel 2009 come il primo vescovo donna e lesbica al mondo della Chiesa di Svezia. Ha un bambino e convive con sua moglie, anche lei prete lesbica Gunilla Linden. Brunne ha suggerito di rendere più accogliente la chiesa per gli appartenenti ad altre confessioni.

La chiesa designata è la Seamen's church mission all'interno dei cantieri navali orientali di Stoccolma. Il vescovo ha tenuto un incontro lì quest'anno e ha tentato al prete di quella chiesa di spiegare cosa avrebbe fatto se un equipaggio "non cristiano" di una nave avesse attraccato in porto e avesse voluto andare lì a pregare.

Chiamando gli ospiti musulmani come degli "angeli" della chiesa, il vescovo ha poi spiegato nel suo blog ufficiale che il rimuovere i simboli cristiani dalla chiesa e preparare l'edificio per la preghiera musulmana non rende un prete meno difensore della fede, lo farebbe diventare "avaro verso le persone di altre confessioni".

Il vescovo Brunne ha insistito sul fatto che non sarebbe stato un problema, dopo che tutti gli aeroporti e gli ospedali sono già state predisposte delle sale per le preghiere multi-religiose, e la conversione della chiesa del cantiere navale l'avrebbe messa in regola con tutte le altre. Indipendentemente da ciò, l'annuncio ha suscitato proteste.

Padre Patrik Pettersson, uno dei sacerdoti della sua diocesi e attivo nella stessa parrocchia della chiesa missionaria Seaman nel cantiere navale in questione, ha risposto nel suo blog, lamentando che non è possibile equiparare una chiesa consacrata con una sala di preghiera multi-religiosa, dicendo "credevo che un vescovo fosse stato in grado di fare la differenza".

CLICCA SULL'IMMAGINE PER VISUALIZZARE IL VIDEO

Chiamando le parole del vescovo "teologicamente inconsapevoli", ha chiesto cosa si sarebbe potuto fare con i crocifissi attaccati alle pareti e gli oggetti pesanti come i caratteri battesimali.

"Ignorando il mormorio retorico", Pettersson ha scritto: 

"L'unica argomentazione che il vescovo Eva ha avanzato a sostegno del suo punto di vista è "l'accoglienza"... 

Il sacerdote della missione Seaman è rimasto perplesso dai commenti del Vescovo Brunne quando è stato contattato da Dagen.se per un commento.

Essendo una missione indipendente, la chiesa opera al di fuori della diocesi, e quindi il vescovo non ha nessuna autorità, un fatto riflesso dalla risposta del direttore della chiesa che affermava che le parole del vescovo non hanno nessuna giurisdizione.

Quando le è stato chiesto se avrebbe rimosso la croce dalla sua chiesa, Kiki Wetterberg ha risposto:


"Non ho nessun problema coi marinai musulmani o indù che vengono qui a pregare. Ma io credo che essendo in una chiesa cristiana, dobbiamo quindi mantenerne i simboli. Se visito una moschea non chiedo loro di abbattere i loro simboli. Vado lì per mia scelta".

I vertici della Chiesa di Svezia, come molte altre chiese nazionali di tutta Europa, sembrano essere pienamente coinvolti nella missione sulla diversità. A febbraio, una chiesa parrocchiale nel paradiso multiculturale a Malmö ha dichiarato che avrebbe tenuto un servizio in solidarietà con la comunità musulmana locale come protesta contro una marcia del movimento anti-islamista PEGIDA in città.

Il sacerdote responsabile ha dichiarato ai media: 


"Durante la protesta, la Chiesa svedese terrà un servizio in cui esprimiamo gioia per la nostra città e i nostri amici musulmani.
"C'è un forte sostegno per le diverse culture a Malmö ed è importante che la chiesa ci sia per sostenerlo".

Malmö è la porta d'ingresso della Svezia verso l'Europa, ed è il principale punto di accesso alle nazioni nordiche per le migliaia di migranti che viaggiano attraverso l'Europa dall'Africa e dall'Est.

E' come un enorme collo di bottiglia nella regione, con un solo ponte e una rotta che collega il paese al resto d'Europa, l'arrivo di questi migranti nella città ha annunciato un livello di criminalità senza precedenti, come ha spiegato il mese scorso a Breitbart London un ufficiale di polizia anziano da poco in pensione. Descrivendo le zone "vietate" che sono sorte in tutta la città e chiedendo maggiori controlli alle frontiere per tenere sotto controllo i crimini degli immigrati, il Capo Sovrintendente Torsten Elofsson ha dichiarato:

"Anni ci fa potevi andare con due poliziotti e nessun problema. Ora devi inviare quattro poliziotti e due volanti - se i vigili del fuoco vogliono andare a spegnere un incendio, devono essere scortati dalla polizia. Lanciano pietre e cercano di impedire ai pompieri di spegnere un incendio."
"Hanno sabotato le macchine della polizia. Non puoi lasciarle incustodite - quando rientri in macchina ritrovi i finestrini rotti e le gomme tagliate. Non è proprio una zona vietata, ma abbiamo dovuto sviluppare una strategia speciale per intervenire in quella zona".

Fonte: www.breitbart.com
https://www.breitbart.com/europe/2015/10/05/worlds-first-lesbian-bishop-calls-church-remove-crosses-install-muslim-prayer-space/


Traduzione e arrangiamento: DeepMoon Amministratore


1 commento:

  1. Un vescovo donna, e per di più lesbica.San paolo apostolo si rivolterebbe nella tomba con questa tizia scellerata messa lì dalla massoneria svedese a fare la cristiana multiculturale e di larghe vedute. San paolo diceva che a una donna non è permesso insegnare:

    "Non concedo a nessuna donna di insegnare, né di dettare legge all'uomo; piuttosto se ne stia in atteggiamento tranquillo." 1Timoteo 2,12 (CEI)

    "Come in tutte le comunità dei fedeli, le donne nelle assemblee tacciano perché non è loro permesso parlare; stiano invece sottomesse, come dice anche la legge. 35 Se vogliono imparare qualche cosa, interroghino a casa i loro mariti, perché è sconveniente per una donna parlare in assemblea." 1Corinzi 14,34-35 (CEI)

    ...figuriamoci avere il sacerdozio in una chiesa. Il vescovato di questa donna è una bestemmia, in primis perché non rispetta la tradizione e i dettami di san Paolo, secondo è lesbica praticante e vive in peccato. Questo è il volto del progressismo, una chiesa blasfema, apostatica che fa il contrario di tutto e consegna i nostri templi (peccato mortale) ai nostri nemici invasori musulmani. Io non ho parole e siccome siamo a Natale non crediate che passo sopra a queste cose, anzi, le metto alla luce e li denuncio davanti a tutti. Vedete cosa sta facendo la massoneria in Europa? Distrugge la chiesa, ma Dio guasterà loro molto presto, vedrete in Europa molti conflitti a causa dei peccati di queste nazioni del nord progressiste e deviate e della chiesa cattolica che sta apostatando dalla retta via. Giudicate voi. Buon Natale amici miei amici e ai miei fratelli cristiani(cattolici tradizionali e praticanti).


    RispondiElimina

.

TRATTO DAL FILM: "BEN HUR" CHE INCONTRA GESU' CHE LO DISSETA (LA SUA STRAORDINARIA MISERICORDIA)

ARTICOLI PIU' VECCHI IN ORDINE CASUALE

COMMENTI RECENTI

Profezie della Madonna a Baron Renato sull'invasione dei rifugiati ai giorni nostri

ADESSO VUOL MODIFICARE PURE IL PADRE NOSTRO, COI COMPLIMENTI DI "SAN" LUTERO...