TRANSLATE THIS BLOG

mercoledì 16 gennaio 2019

Kasper accusa duramente i conservatori: "Vogliono far dimettere il Papa"


Il cardinale Kasper sostiene che gli avversari di papa Francesco stiano lavorando per arrivare a un "nuovo Conclave". La strategia che avrebbero studiato passa per la crisi degli abusi

Il cardinal Walter Kasper, tedesco progressista e bergogliano doc, ne è sicuro: i nemici del Papa stanno utilizzando la crisi degli abusi per arrivare a un "nuovo Conclave".

L'accusa è forte, pure perché proviene da un porporato stimato. Un teologo noto, avversario dottrinale di Joseph Ratzinger, che sarebbe stato scelto dal Santo Padre per trovare il modo di arrivare a una "messa ecumenica", cioè a un rito valevole per tutte le persone di fede cristiana. Kasper, del resto, è il presidente del Pontificio consiglio per la promozione dell'unità dei cristiani. La novità, com'è ovvio, lascerebbe l'amaro in bocca a i tradizionalisti, gli stessi che starebbero lavorando sottotraccia per far dimettere il pontefice regnante. Di "messa ecumenica" non se ne parla da tempo, ma la verve riformista dell'ex arcivescovo di Buenos Aires continua a essere contestata da una parte di Chiesa cattolica.

A riportare le dichiarazioni del cardinal Walter Kasper, tra gli altri, è stato il Periodista s digital. Il porporato teutonico è stato esplicito: "C'è gente - ha dichiarato - che semplicemente non ama questo pontificato". E ancora: "Vogliono che finisca il prima possibile in modo di arrivare a un nuovo Conclave. Vogliono - ha aggiunto - anche che (questo "nuovo Conclave", ndr) si riveli a loro favorevole, così da avere un esito in linea con le loro idee".

Una denuncia di questo peso, forse, non era ancora stata riportata durante questo pontificato. Stando alla visione dell'alto prelato, i tradizionalisti aspirerebbero a far eleggere un papa conservatore. E per farlo starebbero utilizzando la crisi degli abusi. Quella che ha già interessato l'episcopato degli Stati Uniti, ma pure l'intera Chiesa cilena. Ma quali sarebbero le modalità utilizzate dal fronte anti - Bergoglio per giungere a questo risultato?

Sempre secondo il presidente del Pontificio consiglio, i contestatori del pontefice argentino starebbero trasformando la discussione, necessaria, sulla prevenzione degli abusi ai danni dei minori e degli adulti vulnerabili in una querelle sull'operato complessivo di papa Francesco. L'operazione in corso, per Kasper, rappresenta un "abuso degli abusi".

Di Giuseppe Aloisi

Fonte: ilGiornale.it
http://www.ilgiornale.it/news/cronache/cos-i-tradizionalisti-vogliono-far-dimettere-papa-francesco-1629831.html



3 commenti:

  1. E Kasper si lamenta pure di questo complotto dei cattolici tradizionalisti? Guardate cos'hanno combinato nella "mafia di san Gallo" in Svizzera certi cardinali progressisti.

    Io sono un cattolico tradizionalista e spero che caccino via questo papa e rimettano o il Benedetto XVI oppure rieleggano un papa che faccia una purga nella chiesa con un conclave regolare e non manomesso. Purtroppo la massoneria non controlla solo al politica italiana, media tv, giornali ecc ma anche il vaticano. Vedete a che punto è arrivata questa setta ebraico-massonica internazionale? Questa chiesa di satana segreta, (la massoneria) sta arrivando al punto di creare un'anti-chiesa dentro la chiesa cattolica.

    RispondiElimina
  2. Le bugie hanno le gambe corte. Per chi conosce la faccenda gravissima della pedofilia e omosessualità nella Chiesa Americana, denunciata da Mons.Vigano,il problema esiste nella Chiesa e ci si domanda come mai Bergoglio abbia messo nel suo interland personaggi simpatizzanti a queste porcherie e protetti. Attendiamo che finalmente parli e si difenda da queste accuse infamanti. Sembra invece che la sua attenzione sia solo a compiacere la UE e la sinistra internazionale. I fedeli non si accorgono di niente e dormono sonni beati tra le fauci del distruttore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si dice che chi tace acconsente. Se il papa (e anche quelle precedenti, intendiamoci) avesse fatto una bella purga dentro la Chiesa avrebbe ricevuto il plauso dei fedeli, sarebbe stato un esempio come Albino Luciani, ma le persecuzioni da parte dei politici e le da parte delle associazioni gay LGBT si sarebbero fatte sentire, e avrebbero fatto passare la Chiesa come degli oscurantisti e dei fascisti che crocifiggono gli omosessuali. Tutte retoriche idiote del sistema. La Chiesa non condanna omosessuali e lesbiche in sè, ma le pratiche, la tendenza a vivere nella dissolutezza e in contronatura. E' vero che non si può condannare o giudicare un omesessuale che cerca Dio e si converte, assolutamente, questo è un altro paio di maniche, ma nel clero non ci devono essere tali pratiche e vizi, è assurdo. Credo sia stato San Malachia un veggente e profeta a chiamare il vaticano "Roma scellerata". Ci ha azzeccato. Ma sia chiaro anche che non è solo Roma ad essere scellerata, è tutta la società guidata dalla politica che a sua volta è guidata dalle potenti lobby sataniche che vogliono forzare l'umanità a fare la volontà del principe di questo mondo.

      Elimina

.

TRATTO DAL FILM: "BEN HUR" CHE INCONTRA GESU' CHE LO DISSETA (LA SUA STRAORDINARIA MISERICORDIA)

ARTICOLI PIU' VECCHI IN ORDINE CASUALE

COMMENTI RECENTI

Profezie della Madonna a Baron Renato sull'invasione dei rifugiati ai giorni nostri

ADESSO VUOL MODIFICARE PURE IL PADRE NOSTRO, COI COMPLIMENTI DI "SAN" LUTERO...