TRANSLATE THIS BLOG

venerdì 5 aprile 2019

Ultimatum del vescovo di Palermo a Don Alessandro Minutella: "O chiedi perdono pubblicamente o ti riduciamo allo stato laicale" (di DeepMoon Amministratore)


L'oramai noto sacerdote di Palermo don Alessandro Minutella, scomunicato in Latae Sententiae dal vescovo locale per "delitto di eresia e di scisma", nel video sottostante, descrive della proposta ricevuta pochi giorni fa dal vescovo di Palermo nell'essere riammesso nella chiesa a condizione di porgere scuse pubbliche verso Bergoglio e mostrarsi pentito, al ché, verrà mandato a tempo indeterminato in uno sperduto monastero per pregare, oppure, inadempiente a tali condizioni impostogli dalla Chiesa, verrà ridotto allo stato laicale, e quindi significa che dovrà togliersi l'abito e non potrà più celebrare messa per il sacrificio Eucaristico e insegnare ai fedeli.

La tattica di Bergoglio resta sempre la stessa, quella di allontanare i suoi nemici e i presunti rei di scisma in monasteri lontani per non dare fastidio alla neo-chiesa apostatica Bergogliana. Lo facevano anche coi veggenti, rinchiusi nei monasteri e conventi come accadde alla pastorella di Fatima suor Lucia dos Santos che descrisse nel terzo segreto, dei pericoli di apostasia nei suoi vertici, degli scandali di pedofilia e delle perversioni di preti gay dentro il vaticano ai giorni nostri e che avrebbe guidato alla manifestazione dell'anticristo. Distruzioni e punizioni divine sarebbero arrivate al suo seguito. 

Io vorrei dire a questo bravo e coraggioso sacerdote di non mollare, e se verrà ridotto allo stato laicale, di radunare i fedeli in locali o nelle case, un po' come fanno i neo predicatori protestanti che si radunano in locali e scantinati o nelle case come dice il vangelo, e di andare avanti così, con la forza dei fedeli, nell'unità e nella preghiera. Non mollare caro don Minutella, il bello della battaglia è appena cominciata e io richiamo tutti i fedeli d'Italia e i cattolici onesti che leggono questo articolo che ho scritto come dedica al don, di sostenere questo sacerdote e tutti quelli con questo tipo di atteggiamento coraggioso e fermo nella dottrina. Altro che eretico e scismatico! Bergoglio non può scomunicare un bel niente e nessuno perché ha violato l'ordine di Giovanni Paolo II che vieta ai gesuiti di essere eletti come cardinali e vescovi, e di farsi eleggere come papi, quindi la sua parola non conta nulla, è un impostore che ha usurpato un seggio che non gli appartiene, e non ha potere ne su Minutella, ne su di voi e nemmeno su di me, e su questo tema sono molto determinato

Così è deciso, l'udienza è tolta.

DeepMoon Amministratore




2 commenti:

  1. Don Minutella, per denunciare la menzogna, è crocifisso. Sta a noi laici difendere la verità e sostenerlo anche materialmente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ognuno può dare il suo contributo nn solo in materia economica, ma anche come porta voce o influencer. Tutti devono sapere come la neo Chiesa bergogliana perseguita i dissidenti, i suoi ministri, i pastori e cardinali che denunciano l'apostasia. Tutti devono sapere il doppio gioco di bergoglio coi cattolici, fa l'amicone coi musulmani e gli inconvertibili ebrei, con le sinistre e a noi ci tratta a pesci in faccia e perseguita chi ha giurato fedeltà a Cristo, non con un papa che si crede di essere infallibile, anche quando sbaglia volutamente. Mille, un milione, un miliardo di condivisioni su questo contesto. Sostegno e preghiere a don Alessandro Minutella.

      Elimina

.

TRATTO DAL FILM: "BEN HUR" CHE INCONTRA GESU' CHE LO DISSETA (LA SUA STRAORDINARIA MISERICORDIA)

ARTICOLI PIU' VECCHI IN ORDINE CASUALE

COMMENTI RECENTI

Profezie della Madonna a Baron Renato sull'invasione dei rifugiati ai giorni nostri

ADESSO VUOL MODIFICARE PURE IL PADRE NOSTRO, COI COMPLIMENTI DI "SAN" LUTERO...