TRANSLATE THIS BLOG

domenica 8 settembre 2019

Le apparizioni di Garabandal (Spagna) e l'attesa del terribile Grande Miracolo per l'umanità


La storia di Nostra Signora del Monte Carmelo di Garabandal ebbe inizio nel 1961. In quel periodo, 4 bambine raccontarono di aver visto la Madonna e San Michele Arcangelo, presso San Sebastián de Garabandal, territorio appartenente alla Diocesi di Santander, in Spagna.

Era il 18 Giugno del 1961, per la precisione, e le visioni sarebbero durate fino al 13 Novembre del 1965. Le 4 bambine che raccontarono i fatti sono Conchita Gonzalez, Maria Dolores Mazón (Mari Loli), Giacinta e Maria Cruz Gonzalez (Mari Cruz).

Conchita fu la prima ad accorgersi della visione. All’improvviso, cadde in ginocchio e reclinò la testa all’indietro, come se guardasse molto in alto. Dopo di lei, le altre bambine assunsero la stessa posizione, in adorazione, in estasi.

Fu l’Arcangelo Michele ad apparire loro per primo e per ben 10 volte, prima di annunciare l’arrivo di una visita speciale, quella della Beata Vergine Maria del Carmelo.

La profezia dei TRE Papi

Tra le profezie principali che potete vedere nei video sotto, riporto la “profezia dei TRE Papi”, che si riferisce proprio a ciò che scrisse Conchita, nell’estate del 1961, periodo antecedente al grande Concilio Vaticano II durato dal '62 al '65, discusso e contraddittorio, che secondo alcuni, avrebbe guidato la Chiesa a una grande Apostasia e una cattiva messa, dissacrando infine l'Eucaristia, e per altri, alla manifestazione dell'Anticristo..

Fa riferimento ad un dialogo tra Conchita e la madre Aniceta ed è riportata nel libro “Garabandal – Il Dito di Dio” dello storico Albrecht Weber: 


“Quando nel paese si seppe la notizia della morte di Papa Giovanni XXIII, le piccole campane della chiesa annunciarono il decesso del Papa con un tono funebre. Conchita si recò in chiesa con sua madre Aniceta e con la Sig.ra Ortiz. Parlavano tra loro: E’ morto il Papa, disse sua madre.
Rispose Conchita: Ah, il Papa è morto. Allora restano TRE Papi.

"Fin qui, nulla di particolare. Tuttavia, ritornate a casa, Aniceta non si sentiva tranquilla e volle conoscere più profondamente i pensieri di sua figlia, che sembrava riservata in presenza della Sig.ra Ortiz.

A casa, da sole, temendo un possibile sbaglio di sua figlia, la madre la interroga: Da dove sai tu che soltanto restano TRE Papi?

Conchita risponde: Dalla Santissima Vergine. In realtà, mi disse che ancora sarebbero venuti QUATTRO Papi, ma lei non teneva in conto uno di essi.

Dice Aniceta: Ma allora, perché non tenere in conto UNO?


Risponde Conchita: Lei non lo ha detto, soltanto mi disse che UNO non lo teneva in conto. Tuttavia mi disse che avrebbe governato la Chiesa per breve tempo”.

Secondo la profezia quel Papa era Giovanni Paolo I, rimasto in carica solo 33 giorni.

Dopo Papa Giovanni XXIII, dunque, i QUATTRO Papi sono: Paolo VI, Giovanni Paolo I, Giovanni Paolo II e Benedetto XVI.


A quanto pare, Conchita specificò: “Mancano TRE Papi e poi viene la fine dei tempi, che non è la fine del mondo”.


Due sono le cose, o il papa da "non tenere in conto" è il Paolo VI quello falso, perché il vero Paolo VI venne segregato in Vaticano e soffrì molto, e un altro somigliante a lui e ben truccato e impostore, venne messo al pubblico secondo gli intrighi e i voleri della massoneria ecclesiastica, e non sono l'unico a dire certe sparate, oppure è papa Francesco, quello che la Madonna del pino ad Avola lo chiamava Impostore, dopo che Benedetto XVI (vedi a questo link) sarebbe stato tradito dai suoi stessi cardinali(profezia avverata). Riflettete un po' su questo.

DOCUMENTARIO ITALIANO



INTERVISTA A CONCHITA, VEGGENTE MADONNA DI GARABANDAL

(SOTTOTITOLI IN ITALIANO)




DeepMoon Amministratore

IoDifendoilCattolicesimo.blogspot.it



1 commento:

  1. Tra i vari dubbi che sorsero nella Chiesa, San Pio da Pietrelcina all'epoca, credeva alle apparizioni di Garabandal (un vero santo riesce a discernere gli spiriti come il vero dal falso ndr) e il santo di Pietrelcina ce ne da conferma. Nelle numerose apparizioni della Vergine, al tempo in cui Concita aveva 16 anni e la Vergine gli fece la rivelazione del Grande Miracolo, ricevette una lettera scritta in italiano, e lei non ci capiva molto della nostra lingua, ma un professore, un certo Felix gli tradusse questa lettera. Questa lettera non era firmata.

    Nella lettera vi erano scritte le seguenti parole:

    «Mie care bambine, alle 9 del mattino la santissima Vergine mi ha raccomandato di dirvi queste parole: O benedette bambine di San Sebastian di Garabandal, Io vi prometto che sarò con voi fino alla fine dei secoli e che sarete con me nella fine dei tempi e dopo, insieme a Me nella gloria del paradiso». Vi stò allegando una copia del santo rosario di Fatima che la Madonna mi ha chiesto ad inviarvi. Il rosario è stato composto dalla Vergine e deve essere fatto conoscere per la salvezza dei peccatori e per preservare l'umanità dei terribili castighi da cui è minacciata.

    Vi do un consiglio pregate e fate in modo che gli altri preghino per che il mondo sta andando incontro alla perdizione, non credono in voi nei vostri colloqui con la madonna. Lo faranno ma quando sarà troppo tardi.”

    La vergine poi in una successiva apparizione disse a concita che era stato Padre Pio a scriverla.

    Ricordiamoci una cosa, il miracolo è ancora futuro, ma imminente.

    RispondiElimina

.

TRATTO DAL FILM: "BEN HUR" CHE INCONTRA GESU' CHE LO DISSETA (LA SUA STRAORDINARIA MISERICORDIA)

ARTICOLI PIU' VECCHI IN ORDINE CASUALE

COMMENTI RECENTI

Profezie della Madonna a Baron Renato sull'invasione dei rifugiati ai giorni nostri

ADESSO VUOL MODIFICARE PURE IL PADRE NOSTRO, COI COMPLIMENTI DI "SAN" LUTERO...